100 punti con 51 di scarto su Battipaglia non servono per accedere alla Final Four di Coppa Italia

I misteri della pallacanestro, Battipaglia che ha la meglio su Venezia e ha la migliore realizzatrice del campionato, viene a Ragusa, subisce 100 punti e uno scarto di oltre 50, una sconfitta senza attenuanti, una squadra che non ha mai reagito e ha rivestito solo il ruolo di sparring partner per le biancoverdi di Recupido.
Ma la vittoria non è servita per conquistare la finale di Coppa Italia, Venezia, in casa, sia pure al supplementare, ha avuto la meglio su Lucca.

Le biancoverdi scendevano sul parquet gasate dalle vittorie in Eurocup, girone concluso con 6 vittorie su 6, anche se contro avversarie che non potevano impensierire più di tanto il quintetto ibleo.

Solita formazione iniziale per Ragusa, Consolini, Gorini, Hamby, Kuster e Ndour, ;iletic, Trimbou, Policari, Campbell e Davis per Battipaglia.
Dal 2 a 0 iniziale di Hamby, è stato tutto un crescendo del vantaggio che alla prima sirena segnava + 20.
Come detto, un allenamento, nulla di più, fin dai primi minuti si è avuta la sensazione di una squadra avversaria non in grado di reagire allo strapotere delle ragusane.
Condizione che ha permesso alle ragazze della Passalacqua di esprimere un buon gioco e di sofrnare anche numeri che, forse, in condizioni normali non si sarebbero conclusi positivamente.
Buon giuoco della Gorini, che appare sempre più convinta delle sue potenzialità, più disinvolta, aggressiva quando serve e pronta al tiro, come non mai.
Hamby e Kuster in grande spolvero, Consolini che piazza la prima tripla della giornata e Ndour sempre presente sotto i tabelloni, quando serve.
Anche contro un quintetto non in grado di impensierire, si è visto un ottimo gioco in attacco e una buona difesa, già nella prima frazione, quando Battipaglia è riuscita e mettere dentro solo 8 punti.

Seconda frazione che inizia con un + 23 di vantaggio grazie ad una tripla di gaia Gorini e poi i crescendo fino al 58 – 22, all’intervallo, 36 punti di vantaggio grazie alle prestazioni eccezionali di Formica e di Hamby e al grosso contributo di Spreafico e Miccoli.

Gaia Gorini apre anche la terza frazione con una tripla, del 61 – 26, prima dell’intervallo era entrata la giovane Bongiorno, prima della terza sirena Recupido getta nella mischia anche Beatrice Stroscio, si chiude 81 a 37, con 44 punti di vantaggio.
Nella quarta frazione c’è gloria per tutti, Roscio mette a segno due liberi e un bel canestro da due punti, a metà tempo entra anche Rimi che mette a segno il canestro del 97 a 44, massimo vantaggio dell’incontro a + 53.
E’ Spreafico che infila la tripla dei cento punti, che chiude l’incontro sul 100 a 49.
Uno sguardo ai tabellini ci fa notare le tre straniere e Formica in doppia cifra, il 2 su 2 da tre punti di Gaia Gorini, i 4 punti della Stroscio e i 2 della Rimi,

Passalacqua Trasporti Ragusa – Treofan Battipaglia 100 – 49 (28-8, 58-22, 81-37, 100-49)

PASSALACQUA TRASPORTI RAGUSA:
Consolini* 7 (2/4, 1/1), Gorini* 8 (2/2 da 3), Valerio NE, Spreafico 8 (1/2, 2/3), Formica 13 (5/7 da 2), Stroscio 4 (1/3 da 2), Rimi 2 (1/3 da 2), Miccoli 8 (3/5 da 2), Soli 3 (1/1 da 3), Bongiorno, Hamby* 22 (10/14 da 2), Kuster* 13 (3/3, 2/3), Ndour Gueye* 12 (5/9, 0/3)
Allenatore: Gianni Recupido
Tiri da 2: 31/51 – Tiri da 3: 8/13 – Tiri Liberi: 14/16 – Rimbalzi: 41 11+30 (Ndour Gueye 9) – Assist: 32 (Gorini 10) – Palle Recuperate: 6 (Kuster 2) – Palle Perse: 8 (Soli 2)

TREOFAN BATTIPAGLIA:
Orazzo 6 (3/3 da 2), Chicchisiola, Cremona NE, Miletic* 13 (5/8, 0/2), Sasso NE, Trimboli* 3 (0/3, 1/2), Policari* 4 (1/6, 0/2), Campbell* 6 (3/11, 0/2), Mattera, Andre’ NE, Davis* 17 (3/10, 2/4)
Allenatore: Alfredo Lamberti
Tiri da 2: 15/41 – Tiri da 3: 3/14 – Tiri Liberi: 10/13 – Rimbalzi: 20 7+13 (Miletic 6) – Assist: 8 (Davis 3) – Palle Recuperate: 3 (Campbell 2) – Palle Perse: 14 (Davis 5)

Arbitri: Triffiletti Corrado di Messina, Gonella Edoardo di Genova, Del Monaco Valentina di Bologna

Ultimi Articoli