23 artisti iblei espongono a Città del Messico con “Omaggio a Frida” a cura di Amedeo Fusco

Gli artisti iblei, Angelo Criscione, Angelo Mangione, Annalisa Cavallo, Salvo Distefano, Carmelo Carrubba, Agostino Viviani, Lucio Morando, Manuela Distefano, Emanuele Bellio, Beatrice Nicosia, Sergio Cimbali, Ivo D’Orazio, Mariagrazia Diquattro, Maria Occhipinti, Salvatore Denaro, Barbara Puglisi, Arturo Barbante, Giorgio Cappello, Rita Albergamo, Emanuele Pace, Andrea Nanì, Carmelo Candiano, Carmelinda Alacqua espongono alla XII tappa della Mostra d’arte internazionale “Omaggio a Frida”, dal 20 giugno al 20 luglio 2019 presso l’Istituto Italiano di Cultura, Città del Messico, Avenida Francisco Sosa 77, a cura di Amedeo Fusco, organizzata dal Centro di Aggregazione Culturale di Ragusa.
La mostra “Omaggio a Frida”, dedicata all’artista messicana Frida Kahlo, è nata da un’idea di Amedeo Fusco.
La mostra è stata voluta dal direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Marco Marica e vede come partners: il Comune di Lucca, Tintoretto pennelli, l’associazione Sfumature di Pontedera, l’azienda Ecodep e il Peperoncino Festival di Diamante.
Alla cerimonia di apertura erano presenti il Direttore dell’istituto Italiano di Cultura Marco Marica e Hilda Trujillo, direttrice del Museo Casa Azul, entrambi hanno sottolineato l’importanza di una mostra come questa che, nelle varie tappe, ha attirato migliaia di visitatori.
Personaggio incredibile, forza e vitalità. Quello che più impatta, ha detto il diplomatico italiano, “É il contesto di Frida, una donna unica con una vita molto difficile ma con il coraggio di viverla e la capacità di dire: Viva la vida!.
In Italia, Frida Kahlo è considerata uno dei più importanti artisti di tutti i tempi, da qui il richiamo che ha avuto l’iniziativa di mettere insieme questa mostra.
Frida abbraccia tutta l’umanità dai bambini agli anziani, perché le emozioni che trasmette sono emozioni pure e belle che toccano il cuore di tutti “, ha detto Fusco.
Hilda Trujillo, direttrice del Museo Casa Azul, che si è detta commossa da questo riconoscimento artistico. “Ho visto tributi a Frida in altri paesi e non so, qui sento una sottigliezza, un dettaglio degli artisti, l’ho attribuito alla tradizione dell’arte e alla cultura italiana così profonda che l’Italia ha, con così tanta tradizione storica, tanto amore per l’arte.
Questa mostra è uno spettacolo incredibile e tutte le opere sono state realizzate con passione e maestria.
I 23 artisti iblei, che fanno parte del Centro di Aggregazione Culturale di Ragusa, hanno partecipato a tutte le precedenti 11 tappe della mostra “Omaggio a Frida” svoltesi in tutta l’Italia.
Le varie mostre hanno riscosso un grande successo di pubblico; oltre 70.000 presenze e sul web sono stati superati i 2.000.000 di contatti.
A Città del Messico sono esposte opere di pittura, scultura, fotografia e pirografia realizzate da 69 artisti provenienti da tutto il mondo, anche dal Messico, per omaggiare l’artista Frida Kahlo, divenuta ormai una vera e propria icona del nostro tempo.
L’esposizione di “Omaggio a Frida” può essere visitata fino al 20 luglio in Calle Francisco Sosa 77, Coyoacán Città del Messico.

Ultimi Articoli