2ª Festa dell’Albero

Instancabile l’assessore Giovanni Iacono che, fra le mille incombenze delle sue deleghe, ha dedicato tanto impegno e attenzione per due iniziative per le quali ha dimostrato, già l’anno scorso, un particolare coinvolgimento
Una di queste, nella qualità di assessore al Verde pubblico, è la seconda edizione della Festa dell’Albero.
In stretta sinergia, gli assessorati verde pubblico e Pubblica Istruzione, con la collaborazione della Azienda Foreste demaniali di Ragusa e degli Istituti comprensivi di Ragusa, hanno organizzato l’evento che, nella nostra città, grazie alla diffusione su più giornate, assume un carattere di particolare rilevanza.
Come è stato ricordato, dal Sindaco, in una recente conferenza stampa, nel corso della quale sono stati presentati il Censimento delle piante arboree del territorio e il progetto di piantumazione di essenze arboree,
questa amministrazione è vicina ai problemi del verde, alla tutela del patrimonio arboreo e degli spazi a verde del territorio comunale, con una attenzione particolare ai temi dell’ambiente e dell’ecologia.
E, in quella occasione, è stato proprio il Sindaco ad esaltare l’operato dell’assessore Iacono che, ha voluto sottolineare, con particolare impegno in questo settore ha dedicato grandi energie e per il quale sta esprimendo, al meglio, le sue doti di valido e attento amministratore.
L’assessore Iacono aveva voluto sottolineare, nell’introdurre la presentazione del progetto, la grande attenzione di questa amministrazione che, dopo 28 anni di colpevoli inadempienze, si è impegnata a rispettare la legge.
La Legge 113 del 29 gennaio 1992 istituiva l’obbligo, per ogni comune, di porre a dimora un albero per ogni neonato, obbligando a citare nel certificato di nascita, entro quindici mesi dalla registrazione anagrafica, il luogo preciso dove l’albero fosse stato piantato.
Con al Legge 10 del gennaio 2013 fu istituita la Giornata nazionale degli Alberi, al fine di perseguire, attraverso la valorizzazione dell’ambiente e del patrimonio arboree e boschivo, l’attuazione del protocollo di Kyoto, ratificato ai sensi della legge 1º giugno 2002, n. 120, e le politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani.
Mai, nel nostro Comune, gli amministratori del passato hanno pensato di ottemperare a queste Leggi, del tutto ignorate.
Si deve rilevare, come accennato, che la Giornata nazionale degli Alberi è stata trasformata, dall’assessore Iacono, in un evento della durata di 11 giorni, nel 2018, come lo sarà nel 2019, caratterizzato dalla messa a dimora di oltre 30 alberi di sughero nelle aree a verde delle scuole.
Con la Forestale è stato firmato, nel dicembre del 2018, un protocollo secondo il quale, In occasione della Giornata Nazionale degli Alberi 2019, si procederà alla piantumazione di nuove essenze arboree per i nuovi nati e adottati residenti nel Comune di Ragusa nel 2018 e nel 2019, vale a dire circa 1.000 alberi
D’intesa con il Corpo Forestale dello Stato sono state individuate le aree di proprietà demaniale site in Contrada Furmica-Scossonara (complesso boscato “Cava Gria”) nelle quali saranno effettuate le nuove piantumazioni. Le aree risultano raggiungibili da una stradella poderale che si imbocca al km.73+300 della S.S. n.194 Ragusana.
Sono state individuate delle differenti zone di piantumazione in funzione degli anni di riferimento dei nuovi nati.
Nella scelta delle specie arboree verranno privilegiate, tra quelle endemiche del territorio comunale, le più appropriate alla zona prescelte e al periodo di piantumazione.
Sarà creata un’ampia superficie a bosco con la piantumazione dei predetti mille alberi, in un’area dell’istituendo Parco Nazionale degli Iblei.
Il 21 novembre, alle ore 11,00, riqualificazione arborea con la piantumazione di alberi di medio fusto in zona via Sergio Ramelli e preparazione da parte dei bambini della Scuola dell’infanzia Bruno Munari – Mariele Ventre, della casetta degli insetti, con il supporto dell’arch. Loredana Tumino, rifugio per le specie più deboli e vulnerabili alla mancanza di biodiversità e rifugio degli impollinatori, proteggendo alberi e coltivazioni dagli attacchi parassiti.
Dal 23 al 26 novembre, intorno alle ore 11, piantumazione alberi da parte degli studenti nella sede centrale e nel Plesso di San Giacomo dell’ Istituto comprensivo ‘Vann’Antò’
Dal 27 novembre fino al completamento delle piantumazioni, piantumazione alberi in diverse zone della Città.
L’iniziativa, organizzata con l’Azienda Foreste demaniali, con il coinvolgimento delle scuole dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di I grado, intende promuovere la conoscenza dell’ecosistema boschivo, il rispetto delle specie arboree ai fini dell’equilibrio tra comunità umana e ambiente naturale, l’educazione civica ed ambientale, nonché stimolare un comportamento quotidiano sostenibile e sostenitore della biodiversità.

Ultimi Articoli