A Ragusa si fa festa per quattro bus urbani nuovi e per il ripristino di una linea soppressa senza avvisare, per guasto alla vettura

.L’assessore al trasporto pubblico del Comune di Ragusa esprime grande soddisfazione per aver appreso, dal Direttore Generale dell’AST la notizia che l’Azienda, diversamente da quanto era stato annunciato la settimana scorsa, ha deciso che già da domani, martedì 5 novembre, a Ragusa entreranno in servizio 4 autobus urbani nuovi.
Nella stessa occasione il vertice dell’AST ha informato che, da mercoledì prossimo, sarà riattivata la linea urbana n.35.
Per l’amministrazione comunale, si legge in un comunicato stampa, c’è grande compiacimento per i frutti dell’avvio di una interlocuzione con l’AST che mirava al potenziamento del servizio di trasporto pubblico urbano.
In pratica, per gli amministratori, quattro vetture nuove, anche se le vetture nuove non sono privilegio della sola città di Ragusa, e il ripristino di una linea soppressa senza avvisare, per un guasto alla vettura, è da considerarsi “potenziamento del servizio di trasporto”.
Tutt’al più potremmo parlare di un tardivo adeguamento alle esigenze della città.

Peraltro, c’è il consueto caos comunicativo, perché sul comunicato stampa si legge che da martedì entreranno in servizio n. 4 autobus urbani nuovi, poi l’assessore parla di vetture che si potranno muovere meglio all’interno del quartiere barocco, per cui è lecito penare che tutte e quattro le vetture saranno destinate ai collegamenti con Ibla e non si cita nient’altro.

In un post sulla pagina facebook, il Sindaco Cassì, dice altro:

Prima scrive : “Contrariamente a quanto annunciato pochi giorni fa, 4 Nuovi Bus di dimensioni ridotte rispetto agli attuali, e quindi più agili in centro storico, SARANNO ATTIVI GIÀ DA DOMANI.

Poi parla di “Passi avanti in tema di Trasporto pubblico” specificando che:
ENTRO NOVEMBRE 2 NUOVI AUTOBUS PER IBLA, più piccoli per avere maggiore facilità di transito;
NEI PRIMI MESI DEL 2020, UNA ULTERIORE DOTAZIONE PER LA CITTÀ DI ALTRI 2 VEICOLI DELLA MEDESIMA TIPOLOGIA;

ancora aggiunge:
– non appena le 4 nuove vetture saranno attive, rimodulazione del servizio Ast con particolare attenzione all’intermodalità col sistema ferroviario e a un’eventuale linea dedicata, anche in fasce orarie prestabilite, per raggiungere la zona industriale;
– ripristino della linea 35;
– prorogato per tutto il mese di novembre il servizio notturno Ast per Ibla nelle giornate del sabato e di domenica (ultima corsa alle ore 1,30 il sabato e alle ore 24 la domenica)
– nuovo canale di acquisto di biglietti e abbonamenti Ast tramite App Android, già disponibile ed operativa;
– apertura di un nuovo ufficio Ast a disposizione dell’utenza nei pressi di Piazza Croce.

Forse è opportuno, per maggiore chiarezza, anche un potenziamento del servizio di comunicazione.

Ultimi Articoli