A Vittoria, il Segretario cittadino PD bacchetta la Commissione che amministra la città

Accuse di cattiva comunicazione con la città per le difficoltà a ritirare la frazione umida della differenziata

Il Segretario cittadino del Partito Democratico di Vittoria, Peppe Nicastro, considera la mancata comunicazione, da parte dei Commissari prefettizi, per il mancato ritiro della frazione umida della differenziata, una grave mancanza nei confronti della città e del suo decoro.
E, in una nota, esprime tutto il rammarico per l’assenza di dialogo, inoltrando, nel contempo, specifiche richieste, con toni perentori, senza alcun timore reverenziale:

In merito al mancato ritiro della frazione umido/organico la sera del 13 Novembre 2019, pur comprendendo alcune difficoltà, che in realtà ci sono , non possiamo fare altro, però, che manifestare il nostro totale disappunto sul modus operandi della Commissione Straordinaria in merito al problema della raccolta rifiuti.
Già nelle settimane precedenti sono accaduti alcuni episodi di mancato ritiro di altre tipologie di rifiuto che hanno creato numerosi disagi in città.
Ad oggi, il ripetersi di questo problema è diventato alquanto insopportabile e dimostra un vero e proprio scarso servizio nei confronti dei cittadini che pagano la tassa sui rifiuti.
Fermo restando che comprendiamo il fatto che molte volte l’impianto di compostaggio di cava dei Modicani non riesce a smaltire il troppo sovraccarico di frazione umida/organica di tutti i Comuni della Provincia e che il Comune di Vittoria può avere delle notevoli difficoltà nel momento in cui pure gli altri centri di compostaggio della Sicilia non riescono a garantire lo smaltimento, riteniamo che il modo di comunicare tali problematiche ai Cittadini sia alquanto scadente.
Ragion per cui non ci sarebbe nulla di male se vengano dette come stanno le cose e con le dovute motivazioni che, secondo noi, potrebbero essere quelle che abbiamo pocanzi sopracitato.
A tal proposito chiediamo pertanto alla Commissione Straordinaria :
1) Di essere più tempestivi nel comunicare tali disagi e di anticipare i tempi di avviso nei confronti dei cittadini quando ci sono questi problemi
2) Di spiegare a chiare lettere, e non in maniera vaga come il post scritto su facebook, per giunta postato un’ora prima dall’orario stabilito nel calendario
3) Di chiarire alcuni aspetti tecnici della questione e dire come stanno le cose, e cioè che, fino a quando il centro di compostaggio di Cda. Pozzo Bollente a Vittoria non verrà messo in funzione, è chiaro che magari potrebbero accadere in futuro il ripetersi di tali problemi .
4) Di adottare uno stile più amministrativo nei confronti della Città e dei Cittadini costretti purtroppo a tenersi l’umido puzzolente e sgradevole per alcuni giorni nelle proprie case.
Ovviamente non tutte le responsabilità sono attribuibili al Comune o ai Commissari ci mancherebbe, però è chiaro che occorre dare maggiore attenzione su questo problema .
Se le cose venissero ben comunicate, a quel punto tutti i cittadini potrebbero meglio comprendere il motivo di tali disagi ed avere il sacro santo diritto di saperne le cause .
Ai Commissari chiediamo inoltre di avvisare i Cittadini non solo sui Social Network ma creare una squadra di operatori che tenga ben informata la Città con l’ausilio di alcune automobili nei quartieri con annessa amplificazione e altoparlanti in modo da divulgare ed avvisare gli eventuali cambiamenti e farlo sapere soprattutto agli anziani e a chi non usa i social anziché’ scrivere il solito “comunicatino” sulle pagine di Facebook .
Così facendo, si eviterebbe quantomeno il deposito della spazzatura fuori dalle case, ottenendo magari un po’ più di decoro in Città.
Infine, chiediamo alla Commissione Straordinaria assieme ai rappresentati dei vari Comuni della nostra Provincia di sollecitare il Presidente Musumeci per far sì che vengano accelerati i tempi per la messa in funzione del Centro di Compostaggio di C.da Pozzo Bollente, a Vittoria, in modo da poter smaltire la frazione umido/organica senza troppi sovraccarichi per nessun Comune della Provincia, dato che problemi analoghi si sono registrati anche in altri comuni del nostro territorio.
Basterebbe solamente attenzionare bene le questioni, aprire un dialogo con la città, parlare ai Cittadini e con coloro i quali magari vogliono spendersi per il bene comune, in modo da dare man forte alla Città, sentendoci tutti partecipi dell’azione amministrativa per dare le dovute migliorie .

Ultimi Articoli