A Vittoria sembra esistere solo il Partito Democratico

Condizione delicata quella di una città con problemi atavici sotto gestione commissariale che, nei fatti, non riesce a sdoganare l’amministrazione dai lacci e lacciuoli che hanno bloccato giunte di sinistra e di destra.
Un aspetto critico della situazione è quello che forze politiche, movimenti civici e associazioni che sono stati sempre protagonisti quando c’erano i sindaci, sembrano, ora, silenti, o, quantomeno, hanno ridotto sensibilmente i loro interventi, come se tutti i problemi fossero risolti.

C’è solo la voce del PD, del suo segretario cittadino Giuseppe Nicastro che sollecita interventi e diffonde note che, dai contenuti, rivelano tante criticità irrisolte nella città.

Questa la nota che Nicastro, unitamente alla Segreteria del PD di Vittoria, al Direttivo del PD di Vittoria e alla
delegazione del PD per Scoglitti, ha rivolto, come lettera aperta ai commissari del Comune di Vittoria per le molte questioni aperte sulla frazione di Scoglitti:

LETTERA APERTA AI COMMISSARI DEL COMUNE DI VITTORIA
“Il Partito Democratico di Vittoria esprime una forte preoccupazione in ordine ad alcune questioni aperte, irrisolte e spesso peggiorate che riguardano Scoglitti e il suo territorio.
Ci sono cose già finanziate che non si sa perché risultano ferme al palo: Il recupero dei 3 Milioni di euro per il porto di Scoglitti, le barriere frangiflutti o pennelli sottoflutto a mare contro l’erosione a Zafaglione già finanziati, stessa cosa per i pali con fotovoltaico e la riqualificazione della piccola pesca, per non parlare della piazzetta antistante Cimitero di Scoglitti che sprofonda ogni giorno a poco la volta.
Nulla si muove per il progetto lungomare della lanterna troppe volte finito inutilmente sui giornali.
Il Depuratore di Scoglitti, pare sia in panne.
Commissari, potete far sapere come stanno le cose? Le preoccupazioni salgono con la temperatura estiva.
La segnaletica orizzontale della strada per Scoglitti è da rivedere e bisogna individuare almeno tre ampie aree (accanto alla Scuola Sciascia per esempio) da affittare per parcheggi, poi occorre l’area di accoglienza per i bus turistici e per i taxi.
La bonifica della spiaggia di Camarina ? Le luci e l’arredo del Molo di Ponente del Porto di Scoglitti vanno recuperati al più presto perché è improponibile il parcheggio sulla spiaggia dei privati, e poi pedane distrutte e inaccessibili, docce chiuse e bagni pubblici insufficienti.
Le spiagge sono pronte?
Scoglitti è un polo enogastronomico da salvaguardare.
Ci rivolgiamo ai Commissari perché possono dare una mano a Scoglitti.
Questo è il nostro promemoria, per adesso e per il futuro, se Loro ritengono possiamo incontrarci per trovare soluzioni insieme.”

Ultimi Articoli