Anche il consigliere Chiavola interviene per il nuovo bando del servizio scuolabus

Dopo l’intervento del consigliere D’Asta, anche l’altro consigliere del PD, Chiavola, interviene sul prossimo bando per il servizio scuolabus
IL consigliere non comprende perché si vogliono ridurre le ore di lavoro degli autisti e cita l’osservazione del sindacato di categoria che ha fatto rilevare come la scelta penalizzerebbe circa trenta operatori.
Chiavola aggiunge una strana considerazione, che il Comune ha la possibilità economica di reggere l’attuale situazione, quindi, ove si verificassero le condizioni per risparmiare non dovrebbe intervenire.
Ma Chiavola, così come il sindacato, non citano la risposta degli uffici, a firma del Dirigente, che chiarisce, abbastanza, i termini della questione, questione che, in ogni caso, riguarda il prossimo appalto e non coinvolge, necessariamente, i dipendenti dell’attuale cooperativa che gestisce il servizio, dal momento che non si può conoscere, sin da ora il vincitore della gara.
È bene ricordare che i lavoratori sono dipendenti della cooperativa e non del Comune, il paventato peggioramento della qualità del servizio è tutto da dimostrare.
Nella nota degli uffici si fa presente che i costi del nuovo appalto sono stati considerati ai fini di una resa efficiente ed efficace del servizio, che non deve ricalcare obbligatoriamente le articolazioni della gara precedente.
La nuova base d’asta, fanno rilevare dagli uffici, è aumentata del 28%, appunto per rispondere alle esigenze del servizio, il costo del personale è stabilito tenendo conto del tariffario orario delle figure previste dal contratto collettivo nazionale vigente, i cui aumenti di costo orario degli operatori hanno fatto incrementare la spesa di oltre il 20%.
In riferimento alla lieve riduzione del monte ore del personale autista, si ritiene, nelle precisazioni degli uffici, che la stessa non possa incidere negativamente sul corretto andamento del servizio, confermando che non si andrà ad una penalizzazione in termini di reddito, anzi secondo i nuovi conteggi si potrebbe delineare un aumento della retribuzione a fronte di un minore numero di ore lavorative.
La nota degli uffici conclude assicurando che saranno effettuate le necessarie analisi e verifiche per il rispetto delle condizioni tese ad assicurare un servizio nel rispetto delle norme in vigore, oltre che efficiente ed efficace.

Ultimi Articoli