Anche per l’autostrada, la battaglia dei comunicati

Due deputati regionali del Movimento 5 Stelle, Sunseri e Di Caro hanno dichiarato che “La Siracusa-Gela non si farà mai”.
Un’affermazione decisa, che non sorprende nemmeno tanto, considerato che all’incapacità della classe politica del governo Crocetta si aggiunge quella dell’attuale governo e delle forze politiche di centro destra che hanno tentato con sopralluoghi e tavoli vari, con condimento di missioni romane inutili, di dare l’impressione di un cambio di rotta per le sorti dell’autostrada.
Secondo i deputati regionali grillini, per il completamento dell’autostrada non potranno più essere utilizzati i fondi europei Po-Fesr 2014-2020.
Pare che la Commissione europea, ma non si precisa chi in particolare, abbia risposto in tal senso ad una precisa domanda: “l’opera non potrà rientrare nel Po-Fesr 2014-20, come aveva proposto la Regione”
Sarebbe il de profundis per il sogno dell’autostrada Siracusa – Gela.
In pratica, Bruxelles non potrebbe far rientrare il finanziamento dell’opera nel PO Fers 2014-20, come aveva proposto la Regione visto che le somme del precedente piano rischiano molto concretamente di andare perdute, se l’opera non sarà terminata entro il termine massimo del 31 marzo 2019.

Di contro giunge nelle redazioni una nota del Consorzio Autostrade Siciliane che considera essenziale per il territorio l’opera, sottolineando la grande attenzione che il CAS ha riservato alla stessa:

Le Amministrazioni e le Direzioni che si sono succedute nel tempo, sono state particolarmente vigili su tutte le questioni relative agli adempimenti connessi alla costruzione dei Lotti 6-7-8 della Siracusa-Gela e si sono mosse, sempre e costantemente, per eliminare ogni tipo di intralcio, di qualsiasi natura, che avrebbe potuto determinare eventuali e/o possibili cause di di questa grande infrastruttura che rimane una opera prioritaria per il CAS, per la Regione e per il territorio.
Infine, il neo Direttore Generale ing. Leonardo Santoro, sottolinea “come il Consorzio abbia fornito alla Amministrazione Regionale i richiesti chiarimenti in merito alla cosiddetta attestazione di spesa di controllo di 1^ livello tale da consentire al Dipartimento Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, diretto dal Dott. Fulvio Bellomo, di poter certificare la spesa e, quindi, riattivare i flussi finanziari utili per la prosecuzione dei lavori nei tempi previsti contrattualmente”.

Ultimi Articoli