Art.1 – MDP e A.N.P.I. di Ragusa plaudono agli studenti del ‘Classico’ che hanno manifestato dissenso per il volantinaggio di Casapound

Una nota del Coordinamento Provinciale Art. 1 – Ragusa per esprimere plauso per il democratico dissenso espresso nei confronti di alcuni militanti di Casapound che distribuivano volantini agli ingressi dagli studenti del Liceo Classico ‘Umberto I’ di Ragusa.

Questo il testo della nota:

Chi studia la sacralità dell’accoglienza nell’Antica Grecia non può che opporsi a chi proclama intolleranza e razzismo!
Questo è successo ieri mattina, quando gli studenti del Liceo Classico di Ragusa, al momento dell’ingresso a scuola, hanno manifestato tutto il loro democratico dissenso nei confronti di militanti di Casa Pound che avevano scelto proprio il Liceo come luogo di volantinaggio, nonostante la stragrande maggioranza degli studenti sia minorenne e quindi non voti.
Le ragazze e i ragazzi del Classico, dimostrando in tal modo grande maturità e vera adesione ai valori europei e costituzionali, hanno respinto il tentativo di Casa Pound di veicolare messaggi, oltre che profondamente intolleranti, contrari ai principi di uguaglianza e parità, quale quello, anche profondamente razzista, per il quale si è italiani solo se nati da due genitori italiani.
Da qui la preoccupata domanda alle articolazioni centrali e periferiche della Sicurezza pubblica di continuare ad esercitare, com’è nella loro lunga tradizione democratica, una attenta vigilanza e un rigoroso scrutinio di legittimità delle iniziative, ancorché ritualmente preavvisate, poiché il profilo formale si saldi sapientemente con quelli sostanziali e di opportunità.
Tanto si evidenzia con specifico riguardo al luogo ed alle ragioni della scelta di Casa Pound di fare volantinaggio proprio davanti al Liceo, i cui studenti, per stigmatizzare i gravi fatti di Macerata, avevano deciso di affiggere su muri del loro Istituto un manifestino in cui sopra la svastica nazista era stato apposto il simbolo del divieto.
Grazie ragazzi per avere dimostrato che l’antifascismo non è patrimonio solo delle generazioni nate nello scorso secolo, ma è patrimonio anche dei millenians, generazione abituata a vivere in una società multirazziale, aperta ed ampia, per la quale colore della pelle, nazionalità e orientamento sessuale, non sono elementi discriminanti, e non saranno di certo esponenti di Casa Pound a deviare la nostra “Meglio Gioventù”.
Coordinamento Provinciale Art. 1 – Ragusa

Anche il comitato provinciale di Ragusa dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia esprime solidarietà agli studenti del classico.

Questa la nota diffusa:

-appresa la notizia che un gruppo di attivisti di Casa Pound nella giornata del 6 febbraio ha avviato un’azione di volantinaggio di un documento contro gli immigrati presenti nel territorio Italiano presso il Liceo Classico Umberto I di Ragusa;

-avendo saputo della meritevole iniziativa degli studenti di quest’ultimo istituto, che qualche giorno prima, nel manifestare la loro opinione sui gravissimi fatti di Macerata, avevano deciso di affiggere sui muri della Scuola un manifestino in cui sopra la svastica nazista era stato apposto il simbolo del divieto;

– esprime solidarietà ai ragazzi che hanno protestato contro una iniziativa di proselitismo dal sapore antidemocratico e razzista;

-stigmatizza l’operato di chi, chiamato a tutelare un regolare svolgimento del dibattito democratico e costituzionale, ha consentito che venissero veicolati messaggi politici divisivi in materia di diritti civili e contrastanti con i principi fondanti dell’ordinamento costituzionale di uguaglianza tra gli uomini.

Ultimi Articoli