ART. 1 MDP Ragusa: “Per le politiche urbanistiche comunali occorre un’autentica svolta. Discontinuità totale con le ultime amministrazioni”

Il Coordinatore Provinciale di Articolo 1- MDP, sen. Gianni Battaglia e gli avvocati Gaetano e Guglielmo Barone, mantenendo l’impegno assunto nel corso della conferenza stampa del 1° giugno u.s., nella sede di Art. 1 MDP, hanno incontrato la nuova Amministrazione comunale per illustrare la posizione di Art. 1 MDP sulle principali questioni urbanistiche della città di Ragusa e, in particolare, per illustrare l’osservazione alla delibera del precedente Consiglio Comunale di Ragusa n. 11 del 15 marzo 2018, relativa alle aree di edilizia residenziale pubblica.
All’incontro, erano presenti il Sindaco, avv. Peppe Cassì, l’Assessore all’Urbanistica, ing. Giovanni Giuffrida, l’arch. Marcello Di Martino dell’Ufficio Tecnico Comunale, l’avv. Sergio Boncoraglio dell’Ufficio Legale Comunale e Nunzio Basile dello staff del Sindaco.

L’avv. Gaetano Barone ha illustrato i contenuti dell’osservazione e le ragioni giuridiche sulla denunciata illegittimità della delibera consiliare assunta dalla precedente amministrazione.

La delegazione di Art.1 MDP ha chiesto che venga revocata detta delibera o che almeno si tenga nel giusto conto, in sede di nuova delibera consiliare, delle osservazioni presentate.
Infatti, esse tendono ad evitare una non giustificata previsione di nuove aree di espansione che avrebbero come effetto un ulteriore spostamento di popolazione verso le periferie, con la trasformazione dello stesso Centro storico in periferia.
È necessario evitare le conseguenze negative che da questo ne scaturirebbero: consumo di suolo, aumento costi per i servizi idrici, fognari, pubblica illuminazione, TARI, perdita dei finanziamenti comunitari, ormai per lo più indirizzati alla riqualificazione urbana. Oltre agli effetti di natura sociale con la perdita del senso di comunità a causa della parcellizzazione dei nuclei abitativi.

La discussione è stata ampliata a tutti i temi relativi alla politica urbanistica comunale e alla disciplina del territorio, con particolare riguardo alla necessità della urgente adozione della Variante Generale al PRG imposta dalla intervenuta scadenza dei vincoli del Piano del 2006.
Altrettanto urgente è l’adozione di idonee iniziative riguardanti il Piano Particolareggiato dei Quartieri Storici di Ragusa Superiore e di Ibla, per risolvere il tema della loro riqualificazione urbanistica ed edilizia, anche attraverso la esplicita ammissibilità normativa degli interventi di ristrutturazione delle unità edilizia c.d. minime, al fine di favorire il recupero abitativo dei quartieri storici.

Il Sindaco e l’Assessore all’Urbanistica hanno ascoltato, con estrema attenzione e interesse, la posizione di Art. 1 MDP e hanno dichiarato di essere estremamente impegnati sui temi oggetto dell’incontro, che saranno affrontati, nelle sedi istituzionali, nel più breve tempo possibile.

Ultimi Articoli