Colpi di mercato… anche a sensazione, del Città di Ragusa diventato, a sorpresa, ASD Ragusa Calcio 1949

Ogni qualvolta quella che era la prima squadra di calcio della città, oggi superata nelle serie nazionali dal Marina di Ragusa, cambia proprietà sorge il dilemma se dare fiducia a scatola chiusa alla nuova dirigenza oppure attendere gli sviluppi e gli eventi, considerati i ‘tappeti volanti’ che sono passati sulla nostra città, inizialmente tutti di grandissime speranze e con credenziali ineccepibili che tali non sempre si sono rivelate.

Dopo la squinternata gestione dello scorso campionato, caratterizzata dall’avvicendarsi di presidenti che nulla sapevano della carica conferita, è stato facile riporre fiducia nella nuova dirigenza del catanese D’Amico, se non altro perché portato a Ragusa dal Direttore Sportivo Santo Palma che, come genuino uomo di sport, qualche fiducia la infonde.
Anche se con la cronica mancanza di elementi certi sulla consistenza dell’impegno finanziario messo disposizione della società, e relative garanzie, c’era una tendenza ad accogliere positivamente la nuova dirigenza.

Arriva, però, qualche nota stonata, non in grado per ora di inficiare la fiducia concessa, ma che impone la massima attenzione.
Diffuso il primo colpo di mercato della nuova società che, si apprende indirettamente dallo stesso comunicato, ha cambiato nome.
Da ASD Città di Ragusa diventa ASD Ragusa Calcio 1949, ma nessun comunicato ufficiale ha informato della modifica.
Tralasciamo.

Dicevamo primo colpo di mercato, l’ingaggio del centrocampista Gianluca Filicetti, il capitano per eccellenza, un calciatore che in carriera è stato l’uomo simbolo delle squadre in cui ha militato.
L’Asd Ragusa calcio 1949 comunica di avere raggiunto l’accordo con Gianluca Filicetti, classe 1977, centrocampista originario di Siracusa. In carriera ha giocato a Palazzolo, la scorsa stagione, in Serie D, prima altri due anni in Eccellenza con la stessa maglia e prima ancora con il Modica calcio per quattro stagioni di fila sempre in Eccellenza. E ancora Siracusa in D, Juve Stabia in C2, Noto in D.
Queste le dichiarazioni del giocatore: “Ho accolto con grande entusiasmo la chiamata arrivata dall’Asd Ragusa Calcio 1949.
Conosco il presidente D’Amico, conosco il direttore sportivo Palma, e so che si tratta di persone che sanno svolgere appieno il proprio lavoro in questo ambito diventato sempre più complicato del mondo del calcio.
Il mio obiettivo è quello di dimostrare sempre. Giocare a calcio mi piace, ancora mi diverto.
E poi posso dare parecchio a tutti quei ragazzi più giovani di me con cui sarò in squadra per evitare di compiere gli stessi sbagli che ho fatto io.
Si preannuncia già una bella stagione e so che la città di Ragusa ha fame di calcio. Del resto, questa è una piazza interessante, bella e ci porremo l’obiettivo di coinvolgere il tifo e gli sportivi con i risultati. Ragusa non merita questi campionati ma può ambire a compiere passi in avanti straordinari”.

Non si è finito di smaltire l’entusiasmo per la prima importante pedina della nuova formazione ed ecco arrivare il secondo annuncio, secondo una studiata strategia mediatica per mantenere vivo l’interesse, circolano, infatti, già indiscrezioni su altri acquisti già definiti che saranno centellinati nei prossimi giorni.

L’ASD Ragusa Calcio 1949 guarda anche al mercato internazionale e ingaggia il centrocampista francese Yacer Mogni.
Un giovane centrocampista francese di sicuro interesse, tanto che avrebbe catturato anche le attenzioni dell’attuale commissario tecnico della nazionale francese Didier Deschamps.

Yacer Mogni, classe 1997, 179 centimetri per 68 chilogrammi di peso, calcisticamente è nato nelle giovanili dell’Olympique di Marsiglia, città in cui è nato.
Nella stagione 2014-2015, ha giocato con l’Us Endoum nella Lega nazionale Under 19 ed è stato ritenuto da Deschamps il miglior giocatore.
Ma non solo. Sempre nella stessa stagione è stato selezionato per la Nike Academy. Mogni assieme ad un altro collega ha superato la selezione su un parco di ben 1300 giocatori.
Nell’ultima stagione, Mogni è stato impegnato con il Villacarmillo nella Tercera Espagnola dando buona prova di sé.
Come mezzala ha delle caratteristiche che sono piaciute molto allo staff tecnico e dirigenziale dell’Asd Ragusa calcio 1949 che ha, così, voluto assicurarsene le prestazioni in vista del prossimo campionato.
Un giocatore di cui si dice un gran bene, e di cui dice un gran bene il procuratore, e che arriva in Sicilia con la segreta speranza di potersi mettere in luce nella maniera opportuna.

Noi abbiamo riportato integralmente il comunicato della società, ci permettiamo solo di sperare che non si tratti di un ennesimo tappeto volante come tanti che abbiamo visto ‘volare’ in città per il calcio, perché un giocatore ritenuto il migliore under 19 della stagione 2014-2015 da Didier Dechamps, finito a Ragusa per una serie minore, ci fa pensare che “o è alto il cielo o è bassa la terra”.
Speriamo bene, prima di tutto per il futuro del giovane talento.

Ultimi Articoli