Colpo a vuoto del gruppo consiliare 5 Stelle, e il Sindaco spiega perché

Smania comunicativa dei 5 Stelle del Comune di Ragusa che, nonostante fossero stati avvertiti, hanno ugualmente voluto lamentare una mancata candidatura della città a Capitale Italiana della Cultura per il 2021.
Una serie di domande per capire il motivo ostativo della candidatura, domande strane dal momento che in tema di cultura e turismo il gruppo può annoverare l’esperto consigliere Gurrieri che di queste cose ne dovrebbe masticare, per quello che tiene a far vedere in aula e nei comunicati personali.
Solito comunicato rococò, pieno di ornamenti, quesiti a raffica, “Quali sono i requisiti che ci mancano? Quali le manchevolezze sul piano artistico, culturale e gastronomico che non ci hanno permesso di inoltrare il dossier? Riproveremo un altro anno?”
Poi parlano di un paventato rapporto di collaborazione che ci poteva essere con il Sindaco di Parma, che avrebbe potuto dare i consigli giusti, “Come mai Cassì non si è consultato con il collega? addirittura si sostiene che già la sola candidatura sarebbe stato un successo !?!
Invece, secondo i 5 Stelle, Ragusa va, ormai, a rimorchio, per la cultura, come per lo sviluppo economico, e allora spari sulla Croce Rossa: “Anche dal punto di vista dello sviluppo economico – continuano gli esponenti M5s – stiamo dando l’impressione di non volere recitare un ruolo da protagonista ma di essere solo in grado di seguire la scia di altri comuni del territorio che sembrano avere le idee più chiare.
Non era certo questo quanto prospettato dalla Giunta Cassì. Che anzi, all’insediamento, si era vantata di potersi scommettere sulle esperienze amministrative più ardite per ridare slancio alla città.
E, invece, fino a questo momento almeno, non è stato così. Restiamo speranzosi sul fatto, e non possiamo fare altrimenti, che qualcosa, con il passare del tempo, possa accadere”.

Accade, invece, che sia il Sindaco Cassì a rispondere e a vanificare, almeno in parte, la nota dei 5 Stelle, perché, come qualcuno aveva già fatto trapelare, chiarendo che le città che avevano partecipato alle selezioni per il 2020, come Ragusa, tra l’altro proprio sotto l’amministrazione 5 stelle, non avrebbero potuto nuovamente partecipare.
Ancora una volta i grillini sono stati traditi dalla tentazione di uscire sulla stampa prima di avere contezza dei fatti, che proprio loro, più di altri, dovrebbero conoscere benissimo. Prima di scrivere comunicati, a volte, converrebbe leggere – afferma Cassì che spara anche lui sulla Croce Rossa facendo notare come : “Davanti a certe uscite mediatiche dei 5 stelle ormai non ci stupiamo più, anche se giusto un pizzico di informazione, sarebbe il minimo, dai rappresentanti in città della forza politica attualmente al governo del Paese”.

Poi, il Sindaco parla di valutazioni in corso per la candidatura al prossimo bando di Capitale della Cultura, un processo che, secondo il primo cittadino non deve essere avventato ma deve passare dal coinvolgimento di tutte le forze della città, culturali e non solo.

Ultimi Articoli