Emendamenti dell’on. le Minardo alla legge di Bilancio 2019 per agevolare le fasce più deboli

Presentati diversi emendamenti alla Legge di Bilancio 2019 a firma dell’on. Nino Minardo che spaziano su varie tematiche: sanità, infrastrutture, lavoro, agricoltura, pmi, dissesto idrogeologico, edilizia scolastica, continuità territoriale.
Tra queste un particolare accorgimento per le categorie più in difficoltà: anziani, disabili e nuclei familiari con figli minorenni.
La prima proposta prevede l’istituzione di un fondo nazionale per l’occupazione dei disabili per permettere un’uniformità di trattamento per l’assunzione di tutti i lavoratori con diversi livelli di invalidità.
Un altro emendamento chiede l’anticipo pensionistico per i soggetti con invalidità dal 35% in su che abbiano compiuto 60 anni.
Un’altra proposta è rivolta alle famiglie in difficoltà: i beneficiari del reddito di cittadinanza dovranno essere individuati prioritariamente nei nuclei familiari con figli minorenni e successivamente nei soggetti con maggiore difficoltà di inserimento e di ricollocazione nel mercato del lavoro.
Un altro emendamento riguarda il bonus sociale per le forniture di energia elettrica e gas innalzando a 10 mila euro la soglia ISEE per l’accesso all’agevolazione per le famiglie che si trovano in stato di disagio sociale. Chieste agevolazioni anche per il canone Rai ampliando la soglia reddituale da 8 mila a 10 mila euro annui ai fini dell’esenzione del pagamento della tassa di abbonamento in favore dei soggetti di età pari o superiore a 75 anni.

Ultimi Articoli