Emergenza idrica: comunicato n.8 dell’amministrazione comunale di Ragusa, di sabato 9 marzo, ore 19

Giunge alle ore 19 di sabato 9 marzo 2019 il comunicato dell’amministrazione comunale di Ragusa che informa sugli sviluppi dell’emergenza idrica.
Si tratta del comunicato n.8, nell’ordine sono stati diramanti i seguenti comunicati:

quello con l’ordinanza sindacale del 5 marzo, n. 163

quello con l’ordinanza sindacale del 6 marzo, n. 167, con l’aggiornamento delle zone interessate dal divieto di consumo delle acque potabili erogate dal serbatoio San Leonardo

quello con l’ubicazione delle autobotti e dei serbatoi per l’attingimento delle acque potabili, con una prima planimetria delle zone interessate dal divieto

un quarto comunicato, sempre nella giornata del 6 marzo, con una nuova planimetria delle zone interessate dal divieto,

quinto comunicato in data 7 marzo, con le specifiche degli usi non consentiti delle acque

un sesto comunicato in data 8 marzo

settimo comunicato nella giornata di sbato 9 marzo per mettere in guardia da comunicati non ufficiali, allarmistici e contenenti notizie strumentali, non diramate, in ogni caso dal Comune

il comunicato n. 8 che appresso pubblichiamo integralmente:

Risultati parziali confermano un miglioramento della qualità dell’acqua

Lunedì mattina un incontro al SIAV per l’esame dei risultati definitivi

L’Amministrazione comunale rende noto che i risultati parziali sui campioni d’acqua prelevati sia negli impianti, sia nella rete di distribuzione in data 7 marzo, confermano un generale miglioramento delle qualità dell’acqua.
Lunedì mattina è previsto un incontro al Servizio igiene ambienti di vita (Siav) dell’Asp per i risultati definitivi e per definire le procedure che Comune, ed eventualmente anche singoli cittadini, dovranno adottare.
Esiti delle analisi dei campioni d’acqua prelevati e profilassi da seguire saranno prontamente comunicati.

In pratica, nonostante l’esito confortante delle analisi, l’emergenza resta, con il divieto di utilizzare l’acqua potabile nelle zone a suo tempo indicate.
Si dovrà attendere la giornata di lunedì per capire quale sarà l’evoluzione della situazione, quali misure saranno da adottare per la rete idrica pubblica e privata, in caso di ritorno alla normalità.
Contestualmente, come comunicato, dovrebbero essere comunicati anche gli esiti delle analisi.

Ultimi Articoli