Federico rileva, Chiavola e il Partito Democratico rispondono

Esibizioni di campagna elettorale, i 5 Stelle in particolare stanno producendo un bombardamento di comunicati da fare impressione, sui problemi regionali e locali.
Nel suo piccolo anche il consigliere comunale di Ragusa, Federico, ci prova a mantenere alta l’attenzione per far emergere l’impegno dei 5 Stelle e rileva come si siano di nuovo bloccati i lavori, a Ragusa ibla, all’ex convento di Santa Maria del Gesù, dove dovrebbe essere aperto il nuovo Museo Archeologico della città.
Solo che, come accade di sovente nel gruppo consiliare, la Federico sbaglia indirizzo e si rivolge al sindaco, invece di rivolgersi alla soprintendenza, dimenticando, peraltro, come, nei cinque anni di amministrazione 5 Stelle, nessuno si sia preoccupato di sollecitare la fine dei lavori.
Lo sa e lo scrive che la committenza dell’opera è a carico della Soprintendenza, ma vuole che sia il sindaco a informarsi sul perché del blocco dei lavori.
Ci permettiamo pensare che, invece di aspettare la risposta del sindaco, un qualsiasi consigliere comunale farebbe prima a informarsi: e il nostro pensiero non è desueto, dal momento che, a strettissimo giro, arriva una risposta dal consigliere di opposizione Mario Chiavola.

A far luce sulla problematica dell’interruzione dei lavori al Convento di Santa Maria del Gesù a Ragusa Ibla, è il capogruppo del Partito Democratico al Comune di Ragusa, Mario Chiavola: “I lavori – spiega – sono stati interrotti a un mese e mezzo dalla consegna perché la ditta ha avanzato una richiesta di concordato in bianco con continuità aziendale.
Si tratta di una pratica che fa intendere che il problema sia esclusivamente della ditta.
Evidentemente c’è una qualche sofferenza aziendale che la ditta incaricata dei lavori sta cercando di risolvere, appunto, in ‘continuità aziendale’. Sulla pratica, comunque, dovrà esprimersi un giudice che deciderà se concedere tempo all’azienda oppure no”.
“Già da alcuni giorni – continua Chiavola – sto monitorando la situazione, informandomi costantemente con la Soprintendenza ai Beni culturali di Ragusa per l’enorme valenza culturale che l’opera, ideata quasi un decennio fa, ricoprirà una volta completati i lavori.
Voglio ricordare, infatti, che l’iter per il recupero del convento di Santa Maria del Gesù, da destinare a sede del Museo Archeologico di Ragusa, è iniziato nel 2010 quando era sindaco l’on. Nello Dipasquale che, poi, da parlamentare regionale è riuscito a far finanziare l’opera.
Un percorso lungo e non privo di intoppi e questo verificatosi nelle ultime settimane, a un passo dal traguardo, è il più recente”.
“Il Partito Democratico – conclude Mario Chiavola – continuerà a monitorare, come sempre, l’andamento dei lavori tenendo informata la città”.

Ultimi Articoli