Ferragosto porta il clou dell’Estate Iblea: l’assessore Barone galvanizzato dal successo di pubblico

Un programma contenuto, ma di grande spessore, che già per i primi eventi ha visto un esaltante successo di pubblico.
Al netto delle inevitabili critiche e delle battuttine che, sarebbe auspicabile provenissero solo da quegli avversari politici che fossero impegnati a non spendere soldi per l’effimero se arrivassero a governare, il programma per l’estate approntato da Ciccio Barone manifesta i chiari segnali di un cartellone che si è imposto sul territorio per il livello qualitativo, per la perfetta organizzazione e per il consenso di pubblico e di critica che impone ancora una volta l’assessore di Peppe Cassì come il Re dell’effimero e dello spettacolo pubblico.
Per Ferragosto, gli appuntamenti maggiormente attesi, con Deborah Iurato a Marina di Ragusa, in piazza Dogana, nella serata del 15 agosto, mentre il giorno successivo, a Ragusa, in piazza Libertà, l’evento principale di questa stagione, con il concerto di Fiorella Mannoia, per il quale si attendono numerose presenze da fuori provincia che si aggiungeranno ai tanti turisti che si trovano sul territorio e ai ragusani che hanno già decretato il successo dell’iniziativa.
Il programma, quest’anno, è stato spalmato fino ad ottobre, in un’ottica di destagionalizzazione dei flussi turistici che già si è manifestata in passato, per offrire anche ai ragusani un prolungamento della stagione estiva con appuntamenti di livello.
Un’altra scelta azzeccata di Ciccio Barone che si spinge a dire come il bello del cartellone deve ancora venire, Enrico Lo Verso, il Jazz festival con Michael Moore, Made in Sud con Matranga e Munafò, l’Onorta Società, DJ Delta, e ancora sfilate di moda, libri e cultura, musica classica, violini, apre e lirica che concorrono all’ensemble di 158 eventi che caratterizzano il programma estivo dell’amministrazione Cassì.

 

   

Ultimi Articoli