Festa della Salute, sesta edizione con il sostegno del Comune che vuole istituzionalizzare l’evento

Una conferenza stampa di presentazione della sesta edizione della Festa della Salute, affollatissima per la presenza dei rappresentanti dei vari enti, associazioni, Unità Operative dell’Azienda Sanitaria Provinciale, scuole, sponsor e sostenitori, a vario titolo ,dell’evento.
Organizzata dai Dipartimenti Prevenzione e Medicina dello Sport e dalla rete di associazioni comunali ‘I Petali del Cuore’, l’evento gode del sostegno e della partecipazione ufficiale dell’INPS che per la prima volta, come ha sottolineato il Direttore provinciale, dott. Floccari, intervenuto alla conferenza stampa, ‘sponsorizza’ ufficialmente un evento di questo tipo, al quale, peraltro, assicura la sua concreta presenza e partecipazione, con l’offerta e la presentazione, all’utenza, del ventaglio di servizi a disposizione.
A fare gli onori di casa l’assessore Francesco Barone che si è impegnato per sostenere la Festa e fare in modo che una organizzazione quanto mai accurata possa contribuire al successo in termini di diffusione e partecipazione dei cittadini.
Un impegno che non si esaurirà in questa edizione, in quanto l’amministratore ha garantito di portare in giunta la proposta, scaturita all’incontro odierno, di istituzionalizzare l’evento che per la sua valenza merita di essere annoverato fra quelli fissi organizzati con il sostegno dell’amministrazione comunale.
Impossibile annoverare in un ordine protocollare i vari enti e associazioni, sostenitori e partecipanti all’iniziativa, racchiusi in una locandina che non rappresenta organicamente l’importanza dei vari appuntamenti e dei diversi sostegni.
Comune di Ragusa, INPS, ASP di Ragusa sono affiancati dalle Associazioni LILT, AIL, Si AMO, AIAD, Così come sei, AIA, Associazione Comico Terapia, Ufficio per la Pastorale della Salute, Consultorio Familiare di ispirazione cristiana. Prevista la partecipazione della Polizia Penitenziaria, dei Vigili del Fuoco, ci sarà anche una postazione dell’Arma dei Carabinieri, presenti il Liceo Classico ‘Umberto I’ di Ragusa, con il suo progetto ‘Ippocrate’, il Liceo Scientifico ‘Fermi’ di Ragusa e l’Istituto Ottico ‘Principi Grimaldi’ di Modica.
Protagonisti attivi dell’evento le Unità Operative dell’ASP, il Pronto Soccorso dell’ospedale ‘Giovanni Paolo II’, l’U.O. di Malattie Infettive, l’U.O.C. di Riabilitazione, l’U.O. Comunicazione, l’U.O. SERT, l’U.O. di Educazione alla Salute, il poliambulatorio di via Licitra, l’Associazione Ortottisti Assistenti di Oftalmologia, la Medical Supporti, sponsor dell’evento che si occuperà di controllo del piede e di quello sportivo in particolare.
Quartier generale della Festa della Salute la palestra BASAKI che, da sempre vicina all’evento, mette a disposizione i suoi locali per una serie di percorsi gratuiti di check up per tutti i cittadini.
Si potranno effettuare controlli della pressione arteriosa, della colonna vertebrale, della glicemia, del livello di stress, infettivologico, vaccinazioni, otoscopia ed esame audiometrico, del piede sportivo, elettrocardiogramma, ecodoppler, ecografia muscolo scheletrica, BMI scheda nutrizionale.
Come accennato, presenza di una postazione dell’Arma dei Carabinieri e uno sportello mobile dell’INPS per la promozione e presentazione dei servizi per l’utenza.
In contemporanea, torneo di calcetto, gruppi di training autogeno per contrastare ansia e stress, percorsi di cittadinanza attiva con il Consultorio e il Pronto Soccorso, formazione clown e tango, torneo di scacchi, torneo di basket, escursione con il club Sahara 4×4, con serata finale alla sala Ideal, sabato sera 9 novembre, con festa e premiazioni.
Qualificato appuntamento, organizzato e curato dal dott. Francesco Gebbia, dirigente medico dell’Unità Operativa di malattie Infettive, sarà il convegno organizzato per venerdì mattina presso l’Ordine dei Medici, che verte su Sport e Salute.
Dopo i saluti della Presidente dell’Ordine dei Medici, dott.ssa Rosa Giaquinta, ci sarà l’intervento del dr Falvio Brafa sull’associazionismo a Ragusa e sulla realtà dei Petali del Cuore.
Il dr Sandro Vero parlerà su “L’uomo fra sport e salute”, il dr. Gaetano Iachelli su “Lo sport è salute”, il dr Orazio Palazzolo su “Il gioco è salute?”, il dr Francesco Gebbia su “Prevenire è meglio che curare”, il dr Vincenzo Ottaviano su “ Farmaci griffati, generici e nutraceutici, il dr Daniele Tedeschi su “Nutrigenomica Sportiva e inflammaging.
Prima delle conclusioni la lectio magistralis del prof. Massimo Bonucci su “La nutraceutica nello sport”.

In conferenza stampa, dopo gli interventi dell’assessore Barone e del dott. Brafa si sono succeduti gli interventi di numerosi convenuti che hanno sottolineato la valenza dell’iniziativa e i rispettivi impegni per i vari appuntamenti.
In particolare, il dott. Ferrera, del Dipartimento di Prevenzione ha messo in risalto l’importanza dell’evento per imparare a prevenire, evidenziando che il check up, i controlli, non significano salute, quanto, piuttosto,
educazione alla prevenzione, a sani stili di vita e di alimentazione che uniti a costanti controlli permettono di diagnosticare in tempo anomalie e malattie che, affrontate in tempo, possono avere oggi esiti fausti.
Altro intervento significativo, quello del dott. Gebbia che ha espresso il piacere di aver partecipato intensamente all’organizzazione della manifestazione per la quale ha auspicato, sin dal prossimo anno una più intensa collaborazione unita all’organizzazione di eventi collaterali che siano in grado di attirare molte più persone, per far sì che la Festa della Salute raggiunga pienamente gli obiettivi che si prefigge.
Il dr Gebbia ha evidenziato come la Festa della Salute è organizzata solo in altre due città, in Italia, a Padova, sede universitaria, che riesce a catalizzare un notevole interesse scientifico attorno all’evento, e Montecatini, dove l’organizzazione di grossi eventi costituisce un richiamo per decine di migliaia di persone per una manifestazione spalmata su più giorni, come sarebbe auspicabile per la Festa di Ragusa.
Ha concluso affermando che l’impegno e l’interessamento dell’amministrazione, e dell’assessore Barone in particolare, costituiscono il viatico ideale per ottimizzare gli obiettivi della Festa della Salute.

Ultimi Articoli