Fine settimana a 5 stelle per la politica cittadina

Dal pomeriggio di oggi, venerdì 11 maggio, ad un mese esatto dal giorno delle elezioni comunali, un fine settimana di importanti appuntamenti per la politica cittadina.
Sta per scadere il termine per la presentazione delle liste e i candidati sono ormai pronti, con i programmi, le liste stesse e con in nomi degli assessori da designare in tasca.
Per la squadra assessoriale, la tendenza è quella di ufficializzare, al momento, solo due nomi, per riservarsi spazi di manovra per l’eventuale ballottaggio.
Il candidato di Ragusa Prossima, Giorgio Massari ha indicato due nomi della squadra assessoriale, lo stesso farà Il candidato del Movimento 5 Stelle, Antonio Tringali, nel corso dell’incontro odierno in piazza Cappuccini, due nomi per le cariche assessoriali indicherà Sonia Migliore come ha annunciato nell’invito alla cittadinanza per partecipare all’apertura della campagna elettorale al Teatro Tenda.
Quello dei siti per gli appuntamenti elettorali è un elemento che presenta novità rispetto al recente passato.
Nelle ultime campagne elettorali si è preferito organizzare gli incontri in saloni di contenuta capienza, per paura di una scarsa affluenza, oggi, invece, si avverte la tendenza ai grandi spazi per fare dell’affluenza un metro di consenso.
Ha iniziato Sonia Migliore, a dicembre, per la presentazione della candidatura e ha riempito uno dei saloni del 318, con auto posteggiate sulla vicina provinciale per Chiaramonte Gulfi.
Nei giorni scorsi è stato Peppe Calabrese a intasare gli ampi parcheggi di Poggio del Sole, con la gente costretta a posteggiare lungo la provinciale per Marina di Ragusa.
Due candidati, in questo fine settimana, spostano la sfida dell’affluenza al Teatro Tenda, Giorgio Massari nel pomeriggio di oggi, venerdì 11 maggio, Sonia Migliore, domani sabato 12 maggio.
Saranno appuntamenti importanti, per l’area della sinistra e del centro sinistra quello di Giorgio Massari, atteso quello di Sonia Migliore che, dopo il definitivo abbandono da parte di Forza Italia, rimane una espressione esclusivamente civica.

Per tanti altri aspetti legati alla politica cittadina, c’è grande attesa per l’appuntamento del Movimento 5 Stelle, in piazza Cappuccini, a Ragusa, dove il candidato sindaco Tringali presenterà la lista alla presenza del leader regionale Cancelleri e di altri esponenti del Movimento.
L’incontro è atteso in città perché c’è tanta curiosità attorno alle vicende interne del Movimento 5 Stelle che, nella migliore tradizione della formazione politica e complice il momento assolutamente favorevole in termini di consensi, indugia nel fare chiarezza attorno a tanti aspetti inerenti i meetup e i rapporti all’interno, fra amministratori attuali, attivisti, candidati consiglieri e consiglieri uscenti.
Incombono i rilievi e le eccezioni sollevate da attivisti e iscritti al Movimento 5 Stelle che non esitano a intorbidare le acque di una campagna elettorale e di un momento politico che, come è tradizione, anche recente, del Movimento, stentano a produrre trasparenza, prima di tutto per gli iscritti, essendo preferite tattiche e atteggiamenti della vecchia politica, tanto vituperata ma sempre richiamata da strategie sotto traccia per annullare l’avversario interno.
Fino ad ora il candidato Tringali è stato maestro per sviare domande imbarazzanti e neutralizzare le solite manovre di dissidenti.
Il candidato, nella veste di Presidente del Consiglio, si è mostrato in ottimi rapporti con l’attuale sindaco e con il suo vice, che era stato destinato alla candidatura, prima di lui.
Idilliaci sembrano anche i rapporti con l’on.le Campo, anche se le voci di corridoio insistono su accese discussioni per la composizione delle liste.
In piazza Cappuccini ci sarà da veder se interverrà il sindaco e quali saranno i rapporti con Cancelleri, dopo gli scontri per la candidatura dell’uninominale del nostro collegio.
Molti attendono di vedere quale sarà il ruolo futuro dell’assessore Martorana che molti davano ormai completamente fuori dal giro e che, invece, mostra di essere molto attivo nella campagna elettorale.
C’è molta curiosità di vedere quanti dei dissidenti che si erano riuniti nel meetup mai legittimato da Cancelleri e che dovevano essere ritenuti fuori dal Movimento, secondo quanto affermato da Di Maio, questa estate a Marina di Ragusa, saranno presenti e a che titolo.
Molti aspettano che si faccia chiarezza sui criteri di composizione delle liste e qualcuno attenderebbe anche spiegazioni, da Cancelleri, sulle motivazioni che hanno escluso candidature di esponenti di Ragusa, alle ultime elezioni nazionali, auspicando di sapere se, in occasione di non improbabili elezioni anticipate, lo stesso Cancelleri vorrà adottare la stessa linea di condotta che ha marcato questa netta esclusione di Ragusa che, ricordiamo, è il secondo capoluogo d’Italia amministrato dai 5 Stelle.
Già si parla di possibili prenotazioni di candidature per il parlamento europeo, con tanto di portaborse o collaboratori già identificati, come nella più recente tradizione regionale che ha visto eclatanti resurrezioni.
Ci sarà da vedere se interverrà il vicesindaco Iannucci, per smentire le voci circa un suo allontanamento dal movimento.
La maggiore attenzione sarà, naturalmente, riservata alla lista, perché la sua composizione dovrà garantire quel sostegno atto a tutelare e a valorizzare la candidatura eccellente di Tringali.
Se c’è la massima fiducia per un consenso ampio attorno a Tringali, che gli proviene da un consenso più ampio al di fuori del mondo pentastellato, per il suo prestigio e la notorietà personali, si attende una performance adeguata dai componenti la lista per assicurare, possibilmente, un successo al primo turno e una adeguata maggioranza in Consiglio Comunale.
Nella lista c’è di tutto, ogni notabile ha messo suoi candidati, secondo i bene informati all’interno del Movimento, l’on.le Campo ha posizionato due candidati, l’ex assessore Corallo, abitante e con attività a Comiso, bazzica ancora su Ragusa e ha posizionato una congiunta, lo stesso candidato sindaco avrebbe inserito fedelissimi che con il Movimento, finora, hanno avuto poco da fare, l’ex assessore Salvatore Martorana, passato al Movimento 5 Stelle da Partecipiamo, impossibilitato candidarsi per le sue precedenti esperienze politiche in altri partiti, ha ovviato presentando il figlio.
E a proposito di provenienti da altri partiti ci sono due o tre elementi per i quali si è derogato alle regole del Movimento che, come si sa, sono sempre modificabili secondo le necessità.
Cinque, come le stelle del Movimento, i consiglieri uscenti che si ripropongono alla città: i due assessori Disca e Leggio, i consiglieri Spadola, La Terra e Federico, in sostanza i fedelissimi, almeno fino ad ora, del sindaco Piccitto.
Si fanno notare, e assai, le assenze di Dario Gulino, passato con Maurizio Tumino, il disimpegno di consiglieri come Franca Antoci, Giovanni Liberartore, Dario Fornaro, Maurizio Porsenna, tutti defilati per motivi di lavoro o personali, che vorrebbero spiegare l’assenza di motivazioni politiche.
Se non desta commenti il disimpegno dell’ultimo consigliere insediato, Alessandro Cappello, che, di certo, avrà avuto poco da apprezzare in questo scampolo di sindacatura, abbaglianti, se non accecanti, sono le assenze dei consiglieri Maurizio Stevanato e Massimo Agosta, un tempo sodali del Presidente Tringali, in tante battaglie, da quelle contro assessori non graditi ad altre meno note ma che hanno testimoniato di un impegno comune per la causa del Movimento e della sua base che, forse, nella sua unitarietà di intenti si è incrinata nell’avvio di questa campagna elettorale.
Tante, stasera, saranno le cose da osservare e quelle da commentare.

Ultimi Articoli