“Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”

Amministrazione Comunale, Consulta Femminile e Presidenza del Consiglio Comunale promuovono un confronto pubblico con le istituzioni per individuare le strategie utili a contrastare il fenomeno delle violenze sulle donne.
L’incontro si terrà il 25 novembre presso l’Aula Consiliare, alle ore 9,30, alla presenza dei rappresentanti delle diverse istituzioni pubbliche e dei club service, si terrà un confronto per individuare le strategie più adeguate per il contrasto ai comportamenti lesivi della dignità della persona, con particolare attenzione al fenomeno della violenza sulle donne.
L’incontro costituisce un’occasione importante che darà modo ai partecipanti, sulle base della specificità del ruolo istituzionale ricoperto e l’esperienza sul campo, di offrire significative considerazioni e riflessioni sulle possibili strade da seguire per combattere efficacemente il triste fenomeno della violenza sulle donne.
“Il territorio come risorsa – azioni e strategie”: sarà questo il tema su cui si svilupperanno gli interventi programmati da parte dei rappresentanti delle forze dell’ordine, dei club service e delle associazioni invitate all’appuntamento.
I lavori saranno coordinati dal presidente del Consiglio Comunale Antonio Tringali e dalla presidente della Consulta Comunale Femminile Giuseppina Pavone che, tra l’altro, interverrà per illustrare una proposta operativa sulle strategie utili al contrasto della violenza sulle donne.
Nel corso dell’incontro, oltre ad essere presentate le diverse azioni sulla problematica portate avanti dall’Amministrazione Comunale, sono previsti interventi liberi.
Le conclusioni dei lavori saranno tratte dal presidente del massimo consesso Antonio Tringali.
L’evento sarà trasmesso in diretta streaming con accesso al servizio tramite il sito web istituzionale del Comune.

Al confronto pubblico parteciperà anche il coordinamento donne del PD di Ragusa che attiverà anche un flash mob previsto in piazza San Giovanni a mezzogiorno.
La scelta delle donne del Pd di condividere a pieno titolo con tutte le forze istituzionali presenti sul territorio una giornata dedicata ad un tema che, da sempre, la sinistra democratica e progressista ha vissuto come principale in tutte le campagne politiche condotte, è dettata dalla certezza che solo dall’unione e dalla solidarietà delle forze sane del territorio può nascere quel tessuto sociale e culturale che deve condannare con fermezza ed opposizione qualsivoglia forma di violenza sulle donne.
Sempre con la convinzione che la violenza contro le donne non è argomento che si affronta ed esaurisce in una sola giornata ma lo si affronta tutti i giorni e tutti i giorni bisogna combattere contro gli stereotipi di genere.
Il dibattito sulle molestie sessuali che finalmente sta infuocando i media in queste giornate non deve concludersi ma va costantemente alimentato in ogni sede ed in ogni occasione affinché modelli legati ad utilizzi distorti di potere possano definitivamente essere combattuti e superati.
Si vogliono, per le giovani e future generazioni, modelli positivi che condannino chi compie abusi e reati e che non costringano le vittime che li subiscono a giustificarsi ed a modificare i propri comportamenti.
Ed è in nome di un modello di società libero, dignitoso, paritario che in piazza S. Giovanni, alle 12, sempre sabato 25 novembre, il coordinamento donne del Pd sarà presente con un flash mob per gridare e reclamare con forza il diritto a vivere in libertà, senza giudizio di alcuno.
“Saremo lì a testimoniare con il colore rosso – chiariscono le componenti del coordinamento Donne – per tutte le donne uccise, violentate, molestate e soggiogate da una cultura maschilista e retrograda.
Le donne del Pd ci sono e saranno presenti con numerose altre iniziative visto che non permetteranno che si spengano i riflettori sulla violenza e non permetteranno strumentalizzazioni su una giornata che dovrà sempre mantenere il peso di una celebrazione.

Ultimi Articoli