Giornata NO di Ragusa per calcio, rugby e futsal

Risultati negativi per il Ragusa Calcio 1049, per il Ragusa Rugby e per la Virtus Ragusa Futsal.
C’è di buono che nei rispettivi ambienti si nutre ottimismo per il futuro del cammino in campionato e anche nelle sconfitte i dirigenti e tecnici riescono a trovare qualcosa di positivo.

Il Ragusa Calcio di mister Settineri viene fermato a Rosolini da una rivale diretta per la promozione, ad un quarto d’ora dal termine della partita.
L’allenatore non si demoralizza e giustamente pensa che ci può stare anche quest’altro passo falso che fa scendere la squadra dal vertice al terzo posto in classifica. Non c’è alcunché di compromesso.

Il Ragusa Rugby subisce un pesante passivo, 74-0, a Benevento, che conferma i limiti tecnici e fisici della squadra ragusana, evidentemente non attrezzata per ben figurare nel campionato di serie B.
Ma il Team Manager del Ragusa Rugby, Luca Tavernese, guarda già oltre e trova, comunque, importanti motivi di soddisfazione, in una gara in cui gli iblei non hanno mollato fino all’ultimo minuto.
“Dovrebbe essere difficile parlare positivamente di una partita così. – spiega Tavernese – In realtà non sono mancati gli spunti positivi: uno su tutti, il fatto che si sta materializzando, con sempre maggiore forza, un gruppo affiatato, sostenuto da alcuni uomini di spogliatoio sempre presenti, che aiutano i più giovani a fare sempre meglio e non mollare mai. Il dato tecnico della gara di ieri, è stato abbastanza chiaro. Si sono viste grosse difficoltà, in termini di inesperienza e di fisico, di alcuni dei nostri ragazzi, rispetto ai nostri avversari. Ma fino alla fine, siamo stati in grado di tenere il campo e di lottare su ogni palla, come se fosse il primo minuto, uscendo a testa alta nonostante la netta sconfitta.
Due figure su tutti, meritano, a questo proposito, una menzione speciale: Mario Bella e Andrea Puglisi, al loro ultimo anno di rugby giocato, sono stati in campo l’uno per 80 minuti, l’altro nei 30 minuti caldi del secondo tempo. Dei veri e propri baluardi, delle bandiere, che, con il loro atteggiamento e con la loro presenza, – conclude Tavernese – danno una guida a chi li vede giocare, e sono la parte più bella del nostro sport”.

Anche la Virtus Futsal perde contro il Città di Falconara, ma con onore, le ragusane hanno messo in campo tutto quello che avevano: grinta, gioco, coraggio, cuore, ma non è bastato contro una delle migliori formazioni di questo campionato ed allestita per obiettivi importanti.
A fine partita, delusione per il risultato ma al tempo stesso la soddisfazione per avere dato il massimo e per avere messo in campo un’ottima prestazione. “Penso che abbiamo messo tutto – dice il capitano Taina Santos – purtroppo due errori, uno purtroppo mio, ci hanno penalizzato, però ci siamo.
Abbiamo perso 2-1 ma abbiamo giocato una buona partita, se avessimo fatto qualche punto oggi non avremmo rubato nulla a nessuno. Purtroppo ancora abbiamo qualche infortunio, qualche giocatrice che non è al meglio, e io sono sicura che con tutte le giocatrici al 100% e mettendo l’anima che abbiamo messo in questa partita, non sarà facile per nessuno contro di noi”.
Nel prossimo turno, Ragusa se la vedrà sul campo del Bisceglie in uno scontro diretto fondamentale per la lotta salvezza.

Ultimi Articoli