Gli autobus AST circolanti a Ragusa sono assicurati?

L’assessore al trasporto urbano del Comune di Ragusa ha parlato sempre in termini entusiastici dell’AST, per la disponibilità e per la buona volontà dimostrata, nonostante le note criticità delle condizioni finanziarie dell’Ente.
In verità, in pochi hanno capito da dove potesse derivare un giudizio positivo sull’azienda considerato il livello del servizio.
Ora si viene a scoprire, ci sono i giornali pieni di articoli sull’accaduto e c’è anche una nota dell’on.le Di Paola del Movimento 5 Stelle, che qualche bus AST, se non tutti, non sarebbero assicurati con la RC obbligatoria per legge.
La scoperta opera di una automobilista che, in seguito ad un sinistro subito ad opera di un bus AST che non avrebbe rispettato la precedenza, viene a sapere, dal suo avvocato, che la vettura di trasporto pubblico non era regolarmente assicurata, come si era anche potuto capire dal comportamento dell’autista che non ne voleva sapere di esibire la documentazione sul luogo dell’incidente.
Non solo il reato di mancata assicurazione, che per un povero diavolo significa sequestro del mezzo, oltre alle sanzioni, ma anche il comportamento dell’autista che non vuole esibire i documenti.

Il deputato 5 Stelle scrive in una nota che saranno fatte delle verifiche per capire se si tratta di un caso isolato o di una prassi per l’azienda regionale, anche chi viaggia su mezzi pubblici deve essere sicuro di essere garantito nel migliore dei modi possibili.
Un fatto inconcepibile che induce a chiedere che l’assessore Falcone e i vertici dell’azienda vengano a riferire in assemblea regionale.

“Apprendiamo da una giornalista che un pullman dell’Ast, carico di pendolari, sarebbe stato scoperto da assicurazione. Se ciò rispondesse al vero, oltre ad essere inaccettabile, sarebbe anche gravissimo.
Sulla vicenda va fatta chiarezza, per questo chiederemo la convocazione dei vertici dell’azienda e dell’assessore Falcone in commissione all’Ars. Non vorremmo che l’episodio, se confermato, non fosse nemmeno isolato”.
Lo afferma il deputato regionale del M5S Nuccio Di Paola del M5S all’Ars, in relazione a quanto denunciato dalla giornalista Viviana Sammito, vittima di un incidente con un pullman dell’Ast, risarcita solo grazie all’intervento del Fondo vittime della strada, in quanto il mezzo che ha impattato con la sua autovettura, sarebbe risultato sprovvisto di assicurazione.
“È completamente fuori dal mondo – afferma Di Paola – che un mezzo pubblico possa essere scoperto da assicurazione.
L’episodio, sempre da confermare, è venuto fuori solo in occasione di un sinistro, ma siamo sicuri che si tratti di un caso isolato? Chi viaggia su mezzi pubblici deve essere sicuro di essere garantito nel migliore dei modi possibili. Sulla vicenda siamo determinati ad andare a fondo.
Per farlo chiederemo le carte che accertino la copertura assicurativa dei mezzi Ast negli ultimi anni. Nell’attesa siamo curiosi di capire cosa ci risponderanno l’assessore Falcone e i vertici dell’azienda”.

La stessa curiosità che potrebbero avere i ragusani e fra tanti amici, i vertici dell’AST in ottimi rapporti con l’assessore Licitra, il Sindaco in ottimi rapporti con l’assessore Falcone, non sarà difficile capire se i mezzi AST, almeno quelli circolanti a Ragusa, sono regolarmente assicurati

Ultimi Articoli