I 5 Stelle e la richiesta del Comune dei dati catastali

Come diciamo spesso nel linguaggio popolare farcito di vecchi detti e proverbi, si sono incontrati pane duro e coltello che non taglia.
Il Comune fa partire richieste di dati catastali per circa 10.000 cittadini, secondo le stime dei consiglieri del gruppo 5 Stelle, e non spiega, preventivamente, l’obiettivo dell’iniziativa.
I 5 Stelle, invece di chiedere al Dirigente del settore e avere contezza del provvedimento, e farne partecipe la città, si trastulla in uno dei soliti comunicati propagandistici.
La spesa è inutile, eccessiva e creerà ulteriore caos in seno all’Ufficio Tributi.
I grillini non si smentiscono e hanno la ricetta giusta, sanno quello che si doveva fare: dovevano essere gli uffici, sul lungo periodo, a rivolgersi al catasto, ottenendo le informazioni a costo zero.
Invece 54.000 euro di spese e la preoccupazione per gli impiegati dell’Ufficio Tributi che dovranno sobbarcarsi una mole eccessiva di lavoro a ridosso della fine dell’anno, ma chi ci dice che esamineranno le risposte prima della fine del mese ?
L’Ufficio Tributi sarebbe alle prese con parecchie problematiche, di altro lavoro, a parte quello ordinario, e alle prese per le vicissitudini legate alla Tari.
Interrogazione per sapere quali sono le finalità dell’iniziativa e ci va di mezzo il mancato rimborso del costo del bus per i pendolari di Marina di Ragusa
Dovremmo fare noi una interrogazione per capire il nesso, ma dovremmo capire perché si cercano i dati catastali di utenze note ? In passato su che base si sono applicate le tariffe ?
Poi i 5 Stelle lasciano andare un diluvio di domande: dove si prendono i soldi delle raccomandate, perchè non acquisire i dati tramite ufficio ?, perché partire alla fine dell’anno ? Quali le sanzioni per chi non risponde in tempo ? Quale sarà l’attendibilità dei dati prodotti ? Come e quando saranno espletate le verifiche ?
Saranno rispettate le norme vigenti sull’acquisizione dei dati ?

A questo punto una domanda la facciamo noi: ma l’amministrazione a 5 Stelle, caratterizzata dalla perfezione maniacale e illuminata per 5 anni dal verbo grillino, che aveva a disposizione il meglio in campo informatico, come mai ha lasciato l’ufficio tributi con tali carenze ? Come mai non ha provveduto a mettere ordine negli uffici ? Come mai, per 5 anni, non ha minimamente incrociato utenze invisibili, come mai non ha innescato una profonda lotta all’evasione ?
Arriveranno queste risposte ? Ne dubitiamo

Ultimi Articoli