I trasporti insostenibili

A Ragusa trasporti insostenibili, la Sicilia è la prima regione nel Sud Italia dove i pendolari possono viaggiare sui treni Pop, i convogli di ultima generazione di Trenitalia (Gruppo FS Italiane).

Oggi, 8 gennaio, consegnato, a Catania, il quinto dei 43 nuovi treni previsti per il rinnovo della flotta dell’isola, che permetterà la riduzione dell’età media dei convogli dai 24,5 anni del 2017 ai 7,6 del 2021. Un’operazione che conferma in modo tangibile la grande attenzione dedicata al Sud nel Piano industriale 2019–2023 del Gruppo FS Italiane.
Alla cerimonia di consegna hanno partecipato Nello Musumeci e Marco Falcone, Presidente e Assessore ai Trasporti della Regione Siciliana. Per Trenitalia, Orazio Iacono, Amministratore Delegato, e Sabrina De Filippis, Direttore Divisione Passeggeri Regionale.
I cinque nuovi treni sono già in circolazione per i principali collegamenti sull’isola, e sono stati apprezzati anche per chi parte o arriva a Catania.

I treni rientrano nel Contratto di Servizio decennale, sottoscritto a maggio 2018 da Regione Siciliana e Trenitalia, che prevede investimenti per oltre 426 milioni, di cui circa 325 destinati all’acquisto di nuovi treni per potenziare la mobilità regionale e metropolitana nell’isola.
Pop è il nuovo treno con una capacità di trasporto fino al 15 per cento superiore rispetto alla precedente generazione, che può trasportare fino a 530 persone con oltre 300 posti a sedere e dotato di 8 porta biciclette di serie, che sui treni regionali dell’isola viaggiano gratis.
Si tratta di nuove vetture acquistate dalla Regione Siciliana con i fondi Po Fesr 2014/2020 che, però, non potranno percorrere per intero diverse tratte regionali.
Di Ragusa, nemmeno si parla, non si sa se queste vetture arriveranno dalle nostre parti, se la linea ferroviaria potrà permettere il loro transito, siamo totalmente fuori dal giro che conta, sempre più emarginati, senza speranza.
Per noi i trasporti solo argomento da salotto, l’importante è educare i cittadini e invitarli a spostarsi con i mezzi pubblici, per il resto tutto resta come nei decenni passati. E quando vengono Musumeci e Falcone, grandi accoglienze, abbracci e baci, trattati come ospiti di riguardo.

Ultimi Articoli