Il consigliere comunale di Comiso, Gaetano Gaglio, chiede maggiori controlli per garantire l’ordine pubblico

Sabato 12 ottobre in centro storico a Comiso, poco dopo le 22.00, i cittadini hanno assistito all’ennesimo episodio di violenza in piena “movida” del sabato sera.
Una rissa, secondo quanto riportato dai presenti, con bottiglie e sedie scagliate per le vie e avventori degli esercizi costretti a cercare riparo e abbandonare, inevitabilmente, i locali. Oltre ai rischi per l’incolumità dei cittadini, gli esercenti hanno visto, così, vanificata la serata economicamente più importante della settimana.

Non è purtroppo il primo caso e anche questa volta, nonostante le segnalazioni, i cittadini che hanno assistito alla scena riportano il mancato intervento delle forze dell’ordine. A questo punto appare più che mai opportuno che si intervenga per potenziare come possibile le misure di controllo e presidio del territorio.

La verifica delle aree del centro storico di Comiso e del centro di Pedalino attualmente soggette a videosorveglianza e l’implementazione di tali sistemi, il potenziamento della presenza sul territorio della polizia municipale negli orari di “movida”, la richiesta di convocazione del comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico per concordare più passaggi di controllo da parte delle Forze dell’Ordine possono essere misure immediatamente percorribili.

Sul tema ho presentato una interrogazione consiliare per conoscere, tra le altre cose, quali misure l’Amministrazione Comunale intende avviare o ha già avviato.

L’esponente di sinistra, aderente ad ART UNO – MDP, eletto nella lista Spiga, di vecchia tradizione della sinistra comunista di una volta, sceglie di omettere, quanto riportato da altri giornali, circa l’identità dei protagonisti della rissa, due extracomunitari ubriachi, di origine tunisina.

Questo il testo dell’interrogazione consiliare presentata al Sindaco della Città di Comiso e al Presidente del Consiglio comunale:

Spett.le Comune di Comiso
Il presidente del Consiglio Comunale
Salvatore Romano

Il Sindaco
Maria Rita Schembari

Oggetto: verifica e potenziamento misure di presidio e sicurezza nel centro storico

Visto l’ennesimo episodio di violenza accaduto sabato 12 ottobre 2019 nel corso del quale, secondo quanto riferito da testimoni presenti, due persone hanno dato vita ad una rissa con lancio di oggetti contundenti in pieno centro storico nelle vie limitrofe alla Piazza Fonte Diana in pieno orario da “movida”;

considerato che nonostante le segnalazioni dei presenti non è intervenuta sul luogo nessuna forza di sicurezza tra quelle allertate né tra quelle cui compete la sorveglianza del territorio;

considerati i gravi rischi per l’incolumità di passanti e clienti dei locali della zona a seguito della rissa come di ogni episodio di violenza che si verifica in situazioni analoghe;

visto anche che a seguito di tale episodio, non l’unico e probabilmente non l’ultimo, gli avventori dei pubblici esercizi che operano in zona si sono rapidamente allontanati con conseguente grave danno economico essendo di fatto quasi azzerato il volume d’affari generato nella principale giornata settimanale per traffico e consumazioni;

con la presente,
si interroga

l’Amministrazione Comunale per sapere:

1) Quali sono le misure di monitoraggio e controllo del territorio attualmente previste per le giornate del venerdì, sabato e domenica nel centro storico di Comiso e nel centro di Pedalino;
2) Quale sia la frequenza dei passaggi garantiti dalle Forze dell’ordine, e segnatamente da Polizia e Carabinieri, nelle giornate e nei luoghi di cui sopra;
3) Quali aree del centro storico di Comiso e del centro di Pedalino siano attualmente monitorate con apparecchi di videosorveglianza;
4) Se non ritiene opportuno interessare il Prefetto di Ragusa e/o chiedere la convocazione del Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza al fine di rafforzare il pattugliamento ed il controllo del territorio nelle giornate e nei luoghi di cui sopra;
5) Quale sia l’iter di attuazione dei progetti di implementazione della videosorveglianza sul territorio comunale negli scorsi anni presentati alla Prefettura di Ragusa da parte dell’Ente;
6) Se ha in programma interventi di potenziamento dei sistemi di videosorveglianza nelle aree sensibili del territorio comunale al fine di assicurare un monitoraggio più capillare del territorio cittadino;
7) Quali misure intende adottare per incrementare i livelli di sicurezza nel centro storico di Comiso e nel centro di Pedalino così da scongiurare e ridurre i fenomeni di violenza registrati di recente.

Si richiede risposta scritta e trattazione alla prima seduta consiliare utile.

Comiso, 13 Ottobre 2019

F.to Il consigliere comunale
della Lista Spiga

Gaetano Gaglio

Ultimi Articoli