Il coordinamento di Fratelli d’Italia di Ragusa si fa interprete del sentire comune sulla mancanza di sicurezza in centro storico

Il coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia di Ragusa, diretto dall’avv. Sergio Arezzo, con una nota a firma dei componenti l’organismo, Gianni Antoci, Umberto Calvanese, Alessandro Sittinieri e Nicoletta Tumino, interviene nel dibattito sulla sicurezza e sulla vivibilità del centro storico.
I firmatari della nota, diffusa alla stampa e rivolta alle massime autorità del territorio, interpreta il sentire comune della gente che avverte un calo di attenzione verso l’emergenza sicurezza che qualcuno vuole minimizzare, non considerandola fra le cause primarie della desertificazione del centro storico.

Questo il testo integrale della nota:

LO STATO NON LASCI SOLO IL COMUNE DI RAGUSA!

I recenti episodi di cronaca che hanno interessato ancora una volta il centro storico di Ragusa, portano nuovamente all’attenzione dell’opinione pubblica il problema della sicurezza e della vivibilità di un intero quartiere della nostra città.

Consapevoli che la ricrescita e lo sviluppo del centro storico non può prescindere dall’esistenza di ottimali condizioni di vivibilità e di sicurezza per i residenti e per gli utenti degli esercizi commerciali, Fratelli d’Italia interviene nel dibattito sviluppatosi in questi giorni in città e chiede a gran voce che i rappresentanti dello Stato non abbandonino il Comune di Ragusa nell’attività di prevenzione e di repressione dei fenomeni criminosi in città.

E’ opportuno che il Prefetto di Ragusa si faccia promotore di un tavolo di concertazione con tutte le Forze dell’ordine operanti sul territorio comunale per predisporre un servizio di vigilanza costante e continuo lungo la via Roma e la piazza San Giovanni e strade limitrofe per ripristinare l’ordine e la sicurezza, non potendosi tale compito demandare agli agenti di Polizia municipale che, da soli, non potrebbero provvedervi.

Fratelli d’Italia, pertanto, nel sollecitare un intervento del Prefetto in questa direzione, si impegna nei prossimi giorni a promuovere una iniziativa per raccogliere firme tra i residenti, gli operatori commerciali ed i cittadini che frequentano il centro storico al fine di chiedere alle Autorità competenti l’assunzione di misure concrete e decise per garantire la sicurezza del cuore di Ragusa.

Ragusa, 14.03.2019

Ultimi Articoli