Il Ragusa Calcio 1949 ridimensionato dopo la terza sconfitta contro le big del campionato

In poche settimane, da protagonista inattesa del campionato esce fortemente ridimensionato il Ragusa Calcio 1949 di mister Settineri.
Nel mondo della palla a scacchi niente è definitivamente pregiudicato, ma le sconfitte contro le big del campionato, Sant’Agata, Rosolini e, oggi, Paternò, ci mostrano una squadra con poche idee, senza carattere e senza gli attributi per reagire.
Forse, l’allenatore, quando diceva che ogni squadra era da temere, sapeva dei limiti della formazione, ridimensionato ne esce anche l’apparato dirigenziale, da grande squadra, con Direttore Generale e Direttore Sportivo che hanno parlato di grandi obiettivi ma non hanno saputo creare l’atmosfera e il seguito giusto in città per sostenere il movimento calcistico, per attirare il pubblico al Selvaggio.
I ragusani sono noti per la loro freddezza sportiva, ma, di certo, un seguito adeguato alle ambizioni avrebbe sostenuto i giocatori in modo diverso.
Ritorniamo a dire che non tutto è perduto per ritornare ad un campionato di vertice, m con quello che abbiamo visto in queste tre partite perse, non c’è da stare allegri, se non per un dignitoso campionato di media alta classifica, il che, per la città, equivale all’anonimato.

Ultimi Articoli