Il Sindaco Cassì esplicita gli aspetti positivi e quelli negativi della questione Ragusa-Catania

Dopo la riunione del CIpe, alla quale aveva partecipato personalmente, nella serata dello scorso 15 maggio, il Sindaco Peppe Cassì aveva diramato una nota di semplice resoconto dell’incontro.
Oggi, 17 maggio, a margine di una conferenza stampa sul turismo, sollecitato da un giornalista, il Sindaco ha esplicitato le sue impressioni sulla nota informativa del Ministero delle Infrastrutture, letta dallo stesso Toninelli.
Cassì ha prima spiegato che nel preCIPE della mattina non si era affrontato il tema della Ragusa-Catania, né era all’Ordine del Giorno per la seduta serale del CIPE: sarebbe stato il Governo a sollecitare la nota informativa per erudire i presenti sullo stato dell’iter, considerato che ad aprile era stato dato il termine di un mese per fornire lumi sulla questione.
Il Sindaco ha evidenziato prima le novità che considera positive: è la terza volta in pochi mesi che si tratta della Ragusa-Catania, cosa mai avvenuta prima, segnale che c’è una certa attenzione attorno alla questione, rispetto al passato.
Altra novità il fatto che il concessionario avrebbe manifestato la disponibilità alla cessione del progetto all’ANAS, disponibilità che, prima, non c’era. e non si tratta di una trattativa da intraprendere, perché, pare, esistano già perizie di parti terze, da aggiornare, il problema sarebbe solo quello di far incontrare domanda e offerta.
Quindi, ci potrebbe essere la disponibilità di un progetto esistente e approvato, lo Stato dovrebbe solo mantenere l’impegno di realizzare l’opera nei tempi previsti, come ha sottolineato.
Il risvolto positivo, secondo Cassì, la sensibile riduzione del pedaggio, mentre Toninelli e i 5 Stelle parlano di pedaggio zero.
Ma il sindaco Cassì ha guardato anche il rovescio della medaglia: non tutto è positivo.
Non si tratta ancora di un progetto esecutivo, mentre un privato avrebbe i motivi per accelerare i tempi, quanto ci metterà l’ANAS ?
Cassì, riflettendo attentamente, comincia a nutrire forti dubbi sull’esito della vicenda.
Una nota che sembra di ispirazione ‘elettorale’, per cui si rende necessario ascoltare la voce del concessionario, se l’accordo economico è quasi raggiunto, si può dire che c’è un margine operativo consistente.
Vedremo quando, e se, il CIPE se ne occuperà

Ultimi Articoli