Il TAR ha accolto il ricorso del Comune: a Ragusa ci devono essere i reparti di Neurologia con la stroke unit e la Chirurgia Vascolare

Il TAR per la Sicilia, sezione staccata di Catania, ha accolto il ricorso presentato dal Comune di Ragusa contro l’assessorato regionale della Salute della Regione siciliana in relazione al decreto assessoriale di riorganizzazione della rete ospedaliera del 31 marzo 2017, nella parte in cui non era prevista l’istituzione delle Unità Operative complesse di Neurologia con la stoke unit e di Chirurgia vascolare presso l’ospedale di Ragusa.
Al tempo, il Sindaco Piccitto e il Presidente del Consiglio, Giovanni Iacono, intrapresero una battaglia per rivendicare i sacrosanti diritti sanciti dalla Balduzzi, ma i politici del tempo, dall’assessore regionale alla sanità al presidente della commissione sanità dell’ARS, tutti del PD, preferirono ignorare le istanze del capoluogo che, oltre ai dettami della Balduzzi, per una struttura di primo livello quale è l’ospedale di Ragusa, si imperniavano sulla centralità geografica del nuovo nosocomio del capoluogo.
In ambienti dell’Azienda Sanitaria di Ragusa, che vogliono mantenere l’anonimato, si minimizza il peso della sentenza alla luce dell’attesa della nuova stesura della rete ospedaliera che è al vaglio del Ministero, ma è innegabile che anche la nuova bozza dovrà tenere conto di quanto sancito dalla sentenza.
Al momento, comunque, pare che i vertici dell’Azienda non siano intenzionati alla pronta applicazione della sentenza, comprensibilmente perché si attendono direttive da Palermo.
Il sindaco Peppe Cassì ha dichiarato:
“Apprendiamo con soddisfazione che con sentenza n. 2048/2018 il Tar di Catania ha accolto il ricorso principale e quello per motivi aggiuntivi del Comune di Ragusa, assistito per l’occasione dal prof. Avv. Antonio Barone, ed ha disposto che nel nuovo Ospedale Giovanni Paolo II venga istituita una Unità Operativa Complessa di Neurologia con Stroke Unit e una di Chirurgia vascolare.
Ragusa avrà quindi un polo specializzato nella cura dell’ictus. La sentenza del Tar Catania ha annullato il decreto regionale del 2017 che non prevedeva a Ragusa questa unità, la cui presenza viene invece indicata dal giudice amministrativo come necessaria”.

Ultimi Articoli