In tempi di divise, sindaco, assessori e consiglieri vestiranno i panni di operatori ecologici

L’idea non è malvagia, è una iniziativa di stampo americano, in molti paesi evoluti è normale che, anche fasce sociali della cittadinanza svolgano servizi per la collettività, come forma di protesta o per coinvolgere altri cittadini ai buoni comportamenti.
Si parla di iniziativa di stampo americano in quanto queste manifestazioni possono assumere i connotati di pura ‘AMERICANATA’ se, dopo la prima uscita, si esauriscono nel nulla.
Per essere più chiari non vorremmo che si ripetesse la buffonata dei 5 Stelle di Ragusa che, all’inizio del loro mandato avevano deciso di provvedere alla pulizia dello Stadietto di via delle Sirene a Marina di Ragusa, con tanto di foto degli attivisti impegnati nella raccolta e dei sacchi di rifiuti accumulati, per poi, dopo la plateale passerella, lasciare l’impianto, per tutti i cinque anni di amministrazione, nel più totale abbandono e nel degrado sommo.

Il consigliere comunale Sergio Schininà, Presidente della Commissione Ambiente, sta lavorando per una iniziativa, già accolta favorevolmente dal sindaco Cassì, che dovrebbe vedere un gruppo di Consiglieri, insieme allo stesso primo cittadino e i membri della Giunta impegnati in prima persona in attività di pulizia in alcuni punti critici come, per esempio, la strada che conduce al Castello di Donnafugata o in alcune vie di Marina di Ragusa.
Una iniziativa che, sottolinea lo stesso Schininà, non vuole essere una iniziativa sporadica, ma un appuntamento ripetuto e programmato nel tempo, manifestazione del buon esempio che vuole dare l’amministrazione tutta e la maggioranza che la sostiene.
Sarà l’occasione per effettuare dei sopralluoghi e verificare i diversi problemi di natura ambientale che si verificano nel nostro vasto territorio comunale.

Il presidente della Commissione Ambiente intende mettere in campo altre iniziative, anche coinvolgendo semplici cittadini e le associazioni ambientaliste per sostenere un programma di educazione ambientale finalizzato al rispetto del territorio e per sensibilizzare alla raccolta differenziata.
A tal fine, il consigliere Schininà, con i colleghi Daniele Vitale e Maria Malfa, ha incontrato i responsabili dell’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti in città, Maurizio Busso e l’ing. Augusto Baracco.
Nel corso della riunione, informale, i Consiglieri hanno posto all’attenzione alcune segnalazioni effettuate dai cittadini in merito a piccoli disservizi ed hanno parlato, inoltre, della possibilità di organizzare alcune iniziative per sensibilizzare la cittadinanza alla raccolta differenziata e alla tutela ambientale del territorio.
In particolare, di concerto con l’Amministrazione, si vogliono organizzare delle giornate informative sulla raccolta differenziata per gli alunni delle scuole elementari e delle medie. Si ritiene essenziale il coinvolgimento diretto dei più giovani per contribuire ad una formazione della loro coscienza civica ed ecologica che può servire, anche a correggere i comportamenti errati degli adulti.
Tempi lunghi, però sono previsti per l’attuazione di questo programma che, si prevede, debba partire all’inizio della primavera.

Iniziative del tutto condivisibili ed encomiabili, quelle del consigliere Schininà e dei colleghi Vitale e Malfa, che vogliono perseguire anche il filo della massima collaborazione con la ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti.
Di certo, questo rapporto di collaborazione sarà incrementato e ci saranno altri incontri, nel corso dei quali andrebbero esaminate alcune criticità specifiche, già messe in risalto dal DEC, quali, per esempio quelle determinate dalla non rispondenza dei contenitori a quanto previsto dal capitolato.
In tutta la città, i contenitori per la plastica, in particolare, sono del tutto insufficienti e il fenomeno è acuito dall’invasione di contenitori in tutta la città, sia degli esercizi commerciali che dei condomini.
In tal senso, oltre all’adeguamento dei contenitori, dovrebbe essere condotta una attenta campagna di sensibilizzazione perché, ormai, i cittadini scambiano i contenitori per i classici cassonetti.
Dovrebbe essere chiaro che il contenitore della giornata successiva va riempito solo dalla sera prima e non è un normale cassonetto.
Non si può conferire della plastica nel contenitore il mercoledì pomeriggio, sapendo che sarà raccolta solo il martedì successivo, come pure non può essere conferito l’indifferenziato se non dal giovedì sera.
Si parla tanto delle microdiscariche abusive, ma non si guarda a questo fenomeno che, all’interno delle aree condominiali è ristretto ai residenti del condominio stesso, sui marciapiedi dove sono posizionati i contenitori di condomini senza aree interne per i contenitori la situazione è di assoluto degrado per l’inciviltà di quanti non intendono tenere in casa i rifiuti ma preferiscono buttarli per strada quando i contenitori sono incapienti.

Ultimi Articoli