Infelice scelta di tempo del grillino Firrincieli per la comunicazione di opposizione

Non sarebbe nostro compito rilevare le forti discrasie in merito alla comunicazione dei 5 Stelle del gruppo consiliare del comune, ma le ingenuità sono tante e vorremmo capire chi si occupa della ideazione e stesura dei comunicati.
Benissimo aveva fatto Firrincieli ad evidenziare, riprendendo un post di un cittadino sui social, la situazione indecente e indecorosa di una pensilina di via Psaumida.
Avevamo anche detto che la segnalazione meritava l’oscar fra quelle delle opposizioni, consigliando anche, nel nostro articolo, all’esponente pentastellato, di non imbarcarsi in sterili polemiche sulle strisce pedonali, sull’avvio della refezione del servizio scuolabus, argomenti facilmente confutabili, come ha fatto l’assessore Iacono, per quanto di sua competenza, e problemi atavici di tutte le amministrazioni, compresa quella a 5 Stelle.
Segnaliamo questo ultimo particolare per le considerazioni che faremo appresso, inerenti alla scelta di tempo inopportuna del Firrincieli di tornare sull’argomento pensilina.
Se si utilizza facebook, occorre non limitarsi a pubblicare ma si devono seguire gli sviluppi di un post.
Andando a vedere da vicino, ci si è resi conto che la folta vegetazione deborda da un terreno retrostante ma Firrincieli continua a prendersela con la scerbatura che non funziona.
Chiede anche perché non si fa rispettare l’ordinanza che intima ai proprietari di terreni di eliminare rami di vegetazione che si spingono oltre il limite della proprietà, ma non insiste sul problema fondamentale della questione.
Fra l’altro, sempre sull’argomento pensilina, sui social, è stata tirata fuori una immagine di Google Maps, del 2012, dove si vede che la pensilina è, più o meno, nelle stesse condizioni. In pratica, anche nei 5 anni di amministrazione grillina, nessuno si era interessato della pensilina e della vegetazione debordante.
Ora l’intervento odierno di Firrincieli è poco opportuno, non solo perché arriva tardi, ma perché fa venire a galla le responsabilità dei 5 Stelle e non mette a fuoco le vere responsabilità sulla questione.
I grillini sono un pendolo che oscilla fra le critiche al sindaco e quelle agli assessori, segnatamente all’assessore Iacono e all’assessore Giuffrida, ma non si chiedono di chi sono le competenze, nella fattispecie del caso in questione: c’è un patrimonio pubblico, ci saranno, negli uffici, dipendenti preposti ai vari servizi.
Vogliamo sapere, nella fattispecie di questa pensilina, chi deve intervenire, chi deve controllare, chi deve segnalare, di quale settore?
Del controllo della situazione se ne deve occupare il verde pubblico, l’ufficio che si occupa del trasporto pubblico locale, l’ufficio tecnico per quanto riguarda la manutenzione del marciapiede o della pensilina? o ci sono controllori per l’ordinanza che obbliga i proprietari a mantenere il decoro delle superfici private? se ne deve occupare la polizia urbana? o il servizio di igiene pubblica che dal 2012 sarà pasato almeno una volta dal sito?
Tra questi settori va cercato chi, dal 2012, non si è accorto di questa situazione, va anche detto che anche i cittadini, in verità non hanno sollevato il problema, meno che mai eventuali fruitori della pensilina che, evidentemente, non ci sono o sono in numero esiguo.
Per non rendere sterile e noiosa la comunicazione di opposizione occorre sempre identificare, prima, le responsabilità e poi ‘sparare’ il messaggio.
Senza però, scadere nel comico, come quando si asserisce, a proposito della mancata manutenzione delle strisce pedonali, “…a differenza degli anni precedenti quando gli uffici, per effetto di una politica determinata, si attivavano in tal senso con una certa programmazione”.
A quali anni si riferisce Firrincieli ?

Ultimi Articoli