Influ-Day all’ASP di Ragusa

Tanti i rappresentanti delle Autorità locali, Prefettura, Ordine dei Medici, Questura, Medici, Pediatri, Veterinari, Dirigenti dell’Asp, OO.SS. mediche e non mediche, Diocesi di Ragusa – Pastorale della Salute – e Volontariato, presenti, oggi, all’influ-day organizzato presso la sala conferenza della direzione generale dell’Asp di Ragusa per la somministrazione del vaccino antinfluenzale.
Tutti in prima linea nella promozione e sensibilizzazione, hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa.
Il commissario dell’Asp, dr. Salvatore Lucio Ficarra ha, per primo, si è sottoposto alla vaccinazione, testimonial, quindi, dell’evento, unitamente al Sindaco di Modica, di passaggio in Azienda.
Il Servizio di Epidemiologia con il dr. Giuseppe Ferrera, direttore del Servizio, ha fornito interessanti informazioni: «Desidero ricordare che la vaccinazione rappresenta l’unico presidio per evitare l’influenza. Non è facile dire quando ci sarà il picco – però alcuni studi relativi alla combinazione di fenomeni meteorologici indicano che l’influenza scatta quando la temperatura si abbassa e rimane per alcuni giorni bassa e di solito questo accade dopo Natale, complici anche i viaggi, baci e abbracci durante le Feste.
Anche semplici misure di igiene e protezione individuale aiutano a non diffondere il virus.»

Il dr. Ficarra ha sottolineato che l’Azienda farà di tutto per promuovere iniziative utili a sensibilizzare le persone a sottoporsi a vaccinazione – «Sono al corrente che l’’ adesione alla campagna dello scorso anno è stata intorno al 54%, un po’ pochino, quindi mi auguro che quest’anno si possa arrivare a un valore stimato intorno al 75%».

Anche quest’anno l’influenza non tarderà ad arrivare. L’influenza metterà a letto circa 5 milioni di italiani: 4 virus responsabili due di tipo A e due di tipo B.
Ondata attesa dal periodo natalizio, con maggior incidenza intorno la metà gennaio.
Condizioni climatiche rigide potrebbero peggiorare la situazione.
I virus responsabili sono nostre “vecchie conoscenze”: H1N1, H3N2 e i due ceppi tipo B.

L’ASP di Ragusa, come ogni anno, ha distribuito i vaccini ai Medici di Medicina Generale per vaccinare tutti i propri assistiti, mentre i bambini saranno vaccinati dai centri vaccinali.
L’Asp quest’anno ha programmato, oltre alla normale attività di servizio, due ulteriori giornate: mercoledì 6 dicembre 2017 dalle ore 15.00 alle ore 19.00 e sabato 9 dicembre dalle ore 8:30 alle 12:30; si potrà somministrare il vaccino antinfluenzale ai bambini.

Sono stati distribuiti circa 51000 dosi di vaccino.
La vaccinazione antinfluenzale è raccomandata e offerta gratuitamente alle persone a partire dai a 65 anni, a bambini e adulti affetti da patologie croniche, alle donne nel secondo o terzo trimestre di gravidanza, a bambini nati pretermine e di basso peso alla nascita.
Queste categorie di persone hanno, infatti, un rischio più elevato di andare incontro a forme gravi o a complicanze dell’influenza.
Il vaccino è raccomandato anche al personale sanitario e a coloro che svolgono funzioni di assistenza per evitare la malattia e per ridurre le occasioni di contagio da virus influenzale, dando maggior protezione anche ai pazienti.
La vaccinazione, inoltre, è proposta e somministrata gratuitamente alle Forze di pubblica sicurezza, Vigili del fuoco, personale della Protezione civile.
La vaccinazione antinfluenzale nei soggetti con qualsiasi patologia concomitante di tipico cronico deve essere fortemente raccomandata e somministrata gratuitamente ogni anno.

Ultimi Articoli