La Passalacqua, in Eurocup, elimina la Basket 90 Gdynia e passa agli ottavi

La Passalacqua Ragusa elimina la Basket 90 Gdynia, con il punteggio di 71 – 66 e va agli ottavi della competizione europea.
Ancora una volta, e non ce ne vogliano i tifosi e i cultori del basket femminile, uno scontro con una squadra di livello non elevato, pur con grosse individualità che ben figurerebbero nell’ormai modesto panorama della pallacanestro femminile italiana, dove solo 5 o 6 squadre si contendono lo scudetto.
Si deve ammettere che il livello delle polacche, viste oggi al PalaMinardi era superiore a quello delle altre squadre europee passate da Ragusa, ma sempre niente di trascendentale, considerata la competizione europea, nel solito scenario del palazzetto semivuoto, nonostante si arrivava a pensare che, dopo la grande prestazione di Napoli, il pubblico sarebbe accorso in massa per sostenere le biancoverdi.
La partita ha permesso di verificare lo stato di forma delle nostre atlete, di collaudare gli schemi e di offrire un gioco brioso, vivace e veloce.
Recupido ha fatto girare la rosa delle otto giocatrici titolari a disposizione, tutte hanno fornito una prestazione più che soddisfacente, in luce la Hamby, che in coppa non sconta la squalifica, una instancabile Kuster e la Ndour che non manca mai di mettersi in luce con triple, rimbalzi e tap in che esaltano il pubblico.
Grintosa la Gorini che Recupido si ostina ad esonerare dallo starting five, sui livelli consueti Formica, Consolini e Spreafico.
Prima frazione equilibrata che solo dopo la metà vede Ragusa allungare fino al 20-11 finale.
In apertura della seconda frazione Kuster mette a segno i due punti che marcano il massimo vantaggio della squadra locale, 11 punti, numeri della Ndour, accompagnati ad errori dalla lunetta e dall’arco dei 6,75, che non evitano il recupero delle polacche che a trenta secondi dall’intervallo riescono ad andare sul pari, 29-29.
Un canestro e tiro dalla lunetta finali permettono alla Basket 90 Gdynia di chiudere in vantaggio la frazione, sul 30-32.
Al ritorno sul parquet un parziale delle ospiti di 8 a 0 non impensierisce più di tanto Gorini e compagne che recuperano solo in parte lo svantaggio ma non mostrano segni di caduta nella concentrazione, le biancoverdi si portano sotto e prima Hamby porta al pareggio sul 45-45, si chiude con Gorini che segna il finale di 49 pari.
L’ultima grazio e vede protagonista la Hamby, le polacche non demordono ma mostrano di non riuscire a passare, ricordando che per uscire vittoriose dal turno avrebbero dovuto vincere con un distacco di 5 punti.
I secondi scorrono e l’impresa, per le ospiti, diventa sempre più ardua, nonostante abbiano lottato fino alla sirena, impegnandosi anche per dare una soddisfazione, che sarebbe stata meritata al nutrito gruppetto di tifosi polacchi che erano presenti a Ragusa.
71 a 66 il punteggio finale. Tabellino della Passalacqua: Consolini 11, Gorini 5, Spreafico, Formica 4, Soli, Hamby 23, Kuster 12, Ndour 16.

Il match d’andata del turno successivo sarà giocato in Spagna, con il Grona che ha battuto in casa l’Olympiakos, giovedì 25 gennaio, ritorno al PalaMinardi l’1 febbraio. Imbattuta in Europa, Ragusa si ritrova fra le prime 8 delle quaranta squadre che hanno affrontato l’Eurocup.
Domenica, intanto, al PalaMinardi, Vigarano, per la quinta giornata di ritorno della massima serie nazionale.

Ultimi Articoli