La Passalacqua porta Schio a gara 5, annullando ogni differenza

Domenica a Schio si giocherà la finalissima di questi playoff, gara 5 fra Schio e Passalacqua Ragusa in perfetto equilibrio dopo quattro gare che hanno fatto emergere caratteristiche sconosciute delle biancoverdi, che ne fanno, a buon diritto, una squadra alla pari di Schio, se non di livello superiore
La differenza la fa la francese Yacoubou che, unendo il fisico a caratteristiche tecniche di tutto rispetto, costituisce quel valore aggiunto per le ragazze di Vincent, fino a quando non trovano un allenatore e delle avversarie che riescono ad annullarlo.
E’ successo nelle gare due e tre, stasera il pivot orange ha dovuto saltare la partita, perché infortunata, e si è visto come le più titolate scledensi, nonostante le eccellenti individualità, da sole, non sono una grande squadra, ma ci permettiamo di dire che anche l’allenatore non è granché, perché in due partite non ha mostrato quel quid per sfruttare le enormi potenzialità della sua formazione, cosa per la quale, invece, Recupido è maestro… anche se un po’ testardo.

Nonostante l’ultima eccezionale prestazione di Gorini, manda in campo il solito quintetto con la seconda play diventata titolare, ma dai sussurri della stampa specializzata pare che Gorini sia in partenza, e giustappunto per Schio. Ogni commento, se le notizie fossero fondate, è del tutto inopportuno, considerato il clima e il prossimo impegno.

Si inizia con una tripla e un canestro da due di Tagliamento, nell’ordine Ndour, Hamby e Kuster recuperano, quasi alla metà del primo quarto momento di spettacolo con la tripla di Consolini per il 9-7, quella di Anderson, per il 9-10, poi Kuster e Ndour, sempre dai 6.75, per un parziale di 11 a 8.
Ndour e Hamby allungano, Soli piazza una tripla per il 24-17, entra Gorini e c’è l’ennesima accelerazione nel gioco che porta Ragusa al massimo vantaggio, + 11 sul 30-19, grazie ad un canestro della Macchi si chiude sul 30-21.

Seconda frazione che vede Dotto e Hruscakova in grande spolvero, ma la Passalcqua riesce a restare in vantaggio: le fasi di gioco si fanno concitate, Ragusa insiste in un gioco inutilmente veloce, ci sono molti errori, a 1.30 dall’intervallo Schio si porta in parità, 40-40, Hamby dalla lunetta e Ndour alla sirena, chiudono sul 44-40.

Dopo il riposo Hamby porta Ragusa sul 46-40, ma Zandalasini e Dotto tallonano le biancoverdi che mostrano un periodo di appannamento, con la solita palla che gira attorno all’arco, con difficoltà di penetrazione, infrazioni di 24 secondi e la cronica allergia al tiro.
Ragusa riesce ad allungare ancora fino al 60-49, il finale vede Zandalasini, Dotto e Hruscakova recuperare fino al 60-55.

Se non fosse Schio l’avversaria ci sarebbe poco da temere per gli sprazzi di bel gioco, un infortunio ci toglie Formica che deve uscire dal parquet, le orange arrivano a due punti, 60-58, Kuster e Ndour rimediano, a metà frazione ci aiutano Zandalasini che si procura un fallo intenzionale e Hruscakova che commette il 4° fallo, si va sul 66-60, quando mancano 4.15 alla fine.
Schio sembra incombere sulla partita, a 2.31 si avvicina sul 68-65, Hamby dalla lunetta riporta a cinque i punti di vantaggio, il minuto e mezzo finale sembra interminabile, si chiude sul 73-66 che ancora costituisce un pesante punteggio per Schio che raramente ha dovuto conceder tanto alle avversarie.

Passalacqua Trasporti Ragusa – Famila Wuber Schio 73 – 66 (2-2)

Passalacqua Trasporti Ragusa – Famila Wuber Schio 73 – 66
Parziali: 30-21 (30-21), 44-40 (14-19), 60-55 (16-15), 73-66 (13-11)

PASSALACQUA TRASPORTI RAGUSA: Consolini* 9 (2/4, 1/7), Gorini, Valerio NE, Spreafico 1 (0/1, 0/3), Formica 4 (1/2 da 2), Rimi NE, Miccoli NE, Soli* 5 (1/2, 1/2), Bongiorno NE, Hamby* 22 (9/11, 0/2), Kuster* 11 (3/7, 1/1), Ndour Gueye* 21 (5/9, 3/5)
Allenatore: Recupido
Tiri da 2: 21/39 – Tiri da 3: 6/23 – Tiri Liberi: 13/15 – Rimbalzi: 32 11+21 (Kuster 9) – Assist: 20 (Soli 6) – Palle Recuperate: 10 (Soli 3) – Palle Perse: 10 (Squadra 4)

FAMILA WUBER SCHIO: Gatti NE, Miyem* 16 (8/9, 0/1), Tagliamento* 8 (1/1, 2/2), Anderson* 10 (3/7, 1/3), Masciadri, Hruscakova* 8 (4/9 da 2), Zandalasini* 9 (4/10, 0/1), Ress NE, Dotto 11 (2/5, 2/5), Macchi 4 (1/3 da 2)
Allenatore: Vincent
Tiri da 2: 23/44 – Tiri da 3: 5/12 – Tiri Liberi: 5/9 – Rimbalzi: 32 9+23 (Hruscakova 7) – Assist: 15 (Dotto 5) – Palle Recuperate: 3 (Anderson 1) – Palle Perse: 13 (Squadra 3) – Cinque Falli: Hruscakova

Arbitri: Cappello Calogero di PORTO EMPEDOCLE (AG), Catani Marco di PESCARA (PE), Del Monaco Valentina di BOLOGNA (BO)

Ultimi Articoli