“La riforma del terzo settore”

Giunta al suo decimo anno di attività scientifica, la Cattedra di “Dialogo tra le culture” inaugura nel suo consueto stile i corsi di formazione del nuovo anno accademico.
“La riforma del terzo settore: opportunità, scenari e punti critici per un nuovo assetto del volontariato in Italia”, questo il titolo della tavola rotonda che si terrà il 6 dicembre presso il Salone della Chiesa del Preziosissimo Sangue a Ragusa (via Fieramosca 30), alle ore 16.00.
Dopo i saluti delle autorità, prenderanno la parola il prof. don Gianni Colzani, teologo di fama internazionale e docente presso l’Università Urbaniana di Roma, l’avv. Gabriele Sorace del Centro Servizi Volontariato Etneo (CSVE), l’avv. Michelangelo Aurnia, presidente dell’UGDCEC (Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili) di Ragusa e Modica, l’avv. Luigi Stamilla dell’Ordine forense di Ragusa.
Moderatore sarà il giornalista Antonello Lauretta.

«Il nostro tempo ha bisogno di proporre e di generare processi di cambiamento – così ci anticipa il prof. Colzani –. In una società che conosce una globalizzazione incapace di affrontare gli squilibri economici e di far fronte alla gravità della crisi ambientale, in una società dove le organizzazioni internazionali risultano deboli e gli interessi di settore sono all’origine di una guerra mondiale a pezzetti, non ci può essere cambiamento o soluzione che non passi da un rafforzamento e da una crescita della società civile.
Le sue convinzioni e la sua vitalità antropologica e culturale sono alla base di ogni ripensamento delle relazioni economiche, politiche e sociali così come delle loro strutture. L’attuale modello di sviluppo va ripensato e cambiato; non può essere lasciato a quegli interessi, puramente economici, che non tengono conto del bene di tutti».
In questo contesto va collocato il mondo del terzo settore e del volontariato. Importante pertanto è oggi evidenziarne i contenuti, il metodo e il ruolo socio-politico, soprattutto alla luce della riforma tuttora in atto in Italia. Verranno pertanto analizzati, in una prospettiva interdisciplinare, gli aspetti innovativi della normativa, le opportunità per gli enti del terzo settore, ma anche i punti critici.
L’ingresso è libero e aperto a tutti.

Il seminario costituisce il primo di quattro appuntamenti di un corso di formazione organizzato in collaborazione con l’Ordine forense di Ragusa, il cui calendario verrà presto reso noto.
A differenza dello scorso anno, per scelta degli enti organizzatori, si è preferito strutturare gli incontri secondo la modalità della tavola rotonda per permetterne la fruizione ad un pubblico molto ampio, alla luce dei temi di interesse pubblico e di grande attualità. Per questo motivo saranno sempre presenti relatori, professionisti, testimoni e rappresentanti di enti coinvolti, con ampio spazio lasciato al dibattito.

Ultimi Articoli