La salute dell’anziano, percorso sul benessere dell’over 64enne

Al Centro diurno per gli anziani del comune di Ragusa, ha preso il via il percorso sul benessere dell’Anziano.
Un progetto dell’Asp di Ragusa – UOS Educazione Promozione alla Salute Aziendale, referente dr.ssa Daniela Bocchieri, in collaborazione con l’Assessorato ai Servizi Sociali del comune di Ragusa e con il mondo del volontariato: Aiad e Lilt.
Un percorso articolato in cinque Incontri. Il primo si è svolto, con l’apertura dei lavori affidata all’Assessore ai Servizi Sociali, che ha anche la delega alla Sanità, dr. Luigi Rabito.
L’Assessore ha sottolineato la rilevanza del progetto proprio perché in una società che invecchia è importante una condizione di vita in buona salute.

Un programma rivolto ad affrontare le problematiche che le persone over 64 anni si trovano ad affrontare. Nel primo incontro si è parlato di Corretti stili di vita, Corretta Alimentazione nella terza età, metodi di cottura e conservazione degli alimenti e delle Malattie cronico non trasmissibili MCNT.

Il prossimo incontro si terrà il 5 novembre, alle ore 15:30, sempre al Centro diurno Anziani, si parlerà dei benefici dell’attività fisica; la gestione del paziente diabetico e le patologie oncologiche nella terza età.

La solitudine della persona anziani è il tema dell’incontro del 12 novembre insieme alla pet terapy come soluzione alla solitudine e corretta gestione dell’animale domestico.

Altra problematica molto delicata che si affronterà il 19 novembre è quella della dipendenza da gioco. Subito dopo si palerà della sessualità dell’over 65enne tra prevenzione e malattie sessualmente trasmesse.

L’ultimo modulo in programma il 26 novembre è rivolto alle nozioni del primo soccorso e manovre di disostruzione e rianimazione cardio-vascolare.

L’invecchiamento della popolazione rappresenta una delle maggiori sfide per la società moderne. La speranza di vita in buona salute è uno degli obiettivi dei programmai sanitari.
Interventi di salute pubblica hanno l’obiettivo di affrontare, in maniera complessiva, la condizione della persona anziana attenzionando oltre all’aspetto sanitario anche quello sociale e relazionale.

Ultimi Articoli