La Virtus Ragusa Futsal al lavoro per allestire la squadra per il prossimo campionato

Dopo la conferma della capitana, Sandra Brkan, il Presidente Causarano, con i suoi più stretti collaboratori, è al lavoro per allestire la squadra per il prossimo campionato.

Andrea Pegueroles Sospedra, per tutti Andrea Pegue è il primo colpo della Virtus Ragusa Futsal, pronta ai nastri di partenza del prossimo campionato di Serie A di calcio a 5 femminile.
Laterale e all’occorrenza pivot, proveniente dal Bisceglie, tra le esperienze passate anche Salinis e Italcave Real Statte. Classe 1996, Andrea ha anche vestito la maglia dell’Elche in Primera Division.
“Mi affascinano sempre le nuove sfide, e voglio sempre migliorare quello che ho fatto in precedenza – dice Andrea – La sfida quindi di una neopromossa, sempre a sud, mi attira. I
l Presidente Causarano mi ha parlato chiaramente degli obiettivi della squadra siciliana per la prossima stagione, mi ha mostrato con dei video le strutture, la città, e ho potuto vedere in queste settimane anche alcune delle partite della Virtus abbastanza recenti.
Loro sono convinti che la loro maniera di giocare faccia a caso mio e delle mie caratteristiche, e di questo vedendo i video mi sono convinta anche io.

Una giocatrice ungherese sarà alla guardia della porta della Virtus Ragusa Futsal. Il secondo colpo della società del presidente Luca Causarano riguarda proprio il ruolo del portiere.
Si tratta di Tunde Nagy, classe ’91, la scorsa stagione passata dalla Lazio al Città di Falconara, squadra con cui dal mercato di dicembre è arrivata fino ai playoff scudetto.
La nuova giocatrice giallonera, nel giro della nazionale ungherese, è stata portata in Italia per la prima volta dal Vis Lanciano nel 2014 e poi è approdata a Pescara nel campionato 2016/2017.
“La determinazione della società, che ha un concetto chiaro per il futuro, è stata molto convincente per la mia scelta di Ragusa – dice Nagy – E’ una nuova esperienza e voglio dare il meglio di me, cercando di portare la mia squadra a raggiungere l’obiettivo prefissato di questa stagione”.

La portoghese Ana Alves il terzo colpo esterno della Virtus Ragusa Futsal, che sta allestendo una squadra in grado di ben figurare nel prossimo campionato di Serie A1 di calcio a 5 femminile.
Dopo la riconferma di Sandra Brkan e gli annunci di Andrea Pegue e Tunde Nagy, ecco la giocatrice nata ad Oporto il 17 luglio 1992, che ricopre il ruolo di laterale/pivot, con grande tecnica, potenza e velocità.
Alves è stata lo scorso anno a Breganze e prima con Lazio, Falconara e Portos Colonnella.
Due stagioni fa, un ottimo campionato con il Benfica con cui ha vinto tutto, eliminando anche l’Olimpus Roma nella semifinale di Champions.
“La proposta di Ragusa mi ha affascinata sin dal primo contatto con la dirigenza, so che la società si sta muovendo bene sul mercato, dal mio canto darò il massimo per questa maglia, mettendo me stessa a disposizione di tutti, come ho sempre fatto nelle passate stagioni.
Mi aspetto una stagione positiva, perché mi è stata trasmessa tanta serenità e voglia di lavorare. Credo che sia la base per affrontare al meglio un campionato così competitivo. Tante società stanno cambiando le rose, nella serie A italiana militano le migliori giocatrici al mondo. Bisogna tenere alta la concentrazione, abbiamo già visto lo scorso anno quanto ogni partita possa essere imprevedibile al di là della posizione in classifica.”

Infine, una conferma: Chiara Pernazza resta alla Virtus Ragusa Futsal. Dopo la meravigliosa cavalcata della scorsa stagione, la giocatrice ex vicecampionessa d’Italia con Kick Off resta in giallonero anche per la prossima stagione. Laterale, classe 1992, l’atleta siciliana è stata in Veneto, prima alle Lupe Calcio a 5 e poi alla Thienese. Ma è stato a San Donato che Pernazza ha vissuto la sua stagione più intensa tra qualificazione alla Final Eight e play off Scudetto.
“Quando avevo 18 anni sono andata a vivere e giocare la serie A1 in Veneto – racconta Chiara – per poi spostarmi a Milano, all’epoca il futsal siciliano era poco sviluppato, se non a livello regionale. Esattamente un anno fa, quando sono rientrata dopo la lunga stagione trascorsa al Kick Off, ho conosciuto il presidente Causarano e mi è bastato poco per capire quanto ambizioso fosse e quanto ci tenesse a portare in alto questa squadra, con orgoglio nel rappresentare la città di Ragusa e tutta la Sicilia che mai nella storia aveva avuto una rappresentanza così di alto livello. Pertanto, ho deciso di ritornare a giocare a casa e adesso dopo una stagione in serie A2 a dir poco perfetta, quale unica ragusana, risulta un onere oltre che un onore lottare per la Virtus Ragusa”.

Ultimi Articoli