“L’amore a prescindere” di Angelo Aliquò alla Libreria Flaccavento di Ragusa

Venerdì, 17 maggio, alle ore 18, .00 sarà presentato il libro di Angelo Aliquò, “L’amore a prescindere”, Di Nicolò edizioni. Dialoga con l’autore Giovanni Iacono

Questo romanzo, tra realtà e fantasia, nasce da una breve discussione fra due sacerdoti ascoltata, involontariamente, dall’Autore e riportata in modo assolutamente fedele.
Reali sono i discorsi episcopali e le argomentazioni religiose reperibili in letteratura. Il tessuto narrativo si sviluppa in modo coinvolgente, accompagnato da descrizioni ambientali che ben si adattano allo stato d’animo dei personaggi.

L’amore a prescindere; tralascia le convinzioni sociali e morali, il credo religioso, i vincoli carnali e i legami familiari. Un binomio tra realtà e fantasia.

«Questo libro è tutto (quasi tutto) frutto di fantasia. La scintilla è stata una reale discussione tra due sacerdoti ascoltata involontariamente e che riporto in modo assolutamente identico a come l’ho ascoltata.
Quei due non sembravano santi. Io, del sacerdote che ha esternato quel suo insano desiderio conosco nome e cognome, e per fortuna a distanza di circa tre anni nonostante si parli tanto di lui, non è ancora diventato vescovo. Nel frattempo, un altro sacerdote, che sembra essere completamente diverso da lui, è diventato papa.» (Angelo Aliquò)

Le “storie storte” di Angelo Aliquò sono rapide e incalzanti a incalzanti. Tocca al lettore stare dietro, non vedere il passo, non cascare nella tentazione naturale di scostarsi, magari divagare. Il segreto di questo vigore narrativo sta innanzitutto nel talento di Angelo di sapere individuare storie talmente dense d’aver bisogno appena di una cosa: per l’appunto quella di essere raccontate.

L’AUTORE
Angelo Aliquò nato nel 1968. Laureato in architettura, dal 2001 si occupa di sanità ricoprendo diversi ruoli in questo ambito, tra cui Commissario dell’Asp di Ragusa, direttore generale della Seus 118, direttore generale dell’istituto di Ricovero e Cura per Neurolesi Bonino Pulejo di Messina. Attualmente Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria di Ragusa.

In passato per due mandati ha ricoperto la carica di sindaco del Comune di Gratteri e per oltre due anni Commissario straordinario del Parco delle Madonie. Nel 2015 ha pubblicato il romanzo breve “Carta, forbice e pietra” edizione Kimerik, finalista al premio letterario Raffaele Artese di San Salvo (CH), edizione 2016. Nel 2016 ha vinto il premio Microeditoria di Qualità di Chiari (BS). Vincitore del premio per l’Opera Prima Mimì Marchese di Misilmeri (PA).

Inoltre, nel 2016 ha ricevuto il primo premio nella rassegna letteraria Polis Lascari, sezione racconti. Per la stessa casa editrice Kimerik ha pubblicato nel 2017 “Eri con me”, ispirato a fatti veri accaduti a Gratteri.

Ultimi Articoli