L’ASP comunica gli interventi per la sanità di Vittoria, già anticipati da Moscato

L’ASP si affretta a comunicare gli interventi operati per la sanità di Vittoria, per correggere le illazioni su un presunto tentativo dei vertici dell’azienda di depauperare la sanità ipparina.
Il comunicato, in parte largamente anticipato da una nota del sindaco di Vittoria, Moscato, fornisce l’occasione per sottolineare il positivo intervento dell’assessore regionale che ha fatto arrivare fondi necessari, con azione che sarebbe atto concreto commisurato alle esigenze del territorio.

Questa la nota diramata dall’Ufficio Stampa dell’ASP

In relazione a notizie di stampa che avrebbero allarmato le forze politiche della città di Vittoria, riferibili alla contrazione di alcuni servizi sanitari, L’Ufficio Stampa dell’ASP di Ragusa ha diramato il seguente comunicato:

La notizia apparsa su alcune testate giornalistiche, secondo la quale: “Una notizia che ha allarmato notevolmente le forze politiche cittadine per le gravi conseguenze che la contrazione del servizio sanitario cittadino con la sospensione della guardia pediatrica ha inevitabilmente in città.”, appare, alquanto strana, e anche infondata, nel momento in cui si è appresso che dall’Assessorato regionale alla salute sono arrivati i fondi per la ristrutturazione del nuovo servizio di pronto soccorso e dell’UOC di ortopedia dell’ospedale “R. Guzzardi”.

In più la direzione aziendale ha già deliberato l’avvio al lavoro di dirigenti medici: neurologia, medicina e pediatria e si aspetta solo che prendano servizio.

Inoltre si ricorda, solo nel caso si fosse dimenticato, che sono stati trasformati numerosi rapporti di lavoro da part-time a full time e che al Pronto Soccorso di Vittoria sono stati assegnati 4 medici, trasferiti dal Regina Margherita, a seguito della rimodulazione del PS in PTE – Presidio Territoriale di Emergenza.

Nessuna volontà, da parte dell’Azienda di volere “depredare la sanità ipparina”.
Tutt’altro, al contrario si sta lavorando per migliorare i servizi sanitari, le strutture, dotandole di personale qualificato.

Non è superfluo sottolineare che l’azione del Commissario è finalizzata a salvaguardare, garantendo, pur con i limiti impartiti dallo Stato e dalla Regione, in tutto l’ambito territoriale di competenza dell’Asp, prestazioni sanitarie il più possibile efficaci ed efficienti, affrontando con equilibrio le emergenze che ripetutamente si manifestano.
Inoltre, il dr. Ficarra apprezza l’attenzione e sensibilità che l’Assessore alla Salute, avv. Razza, ha nei confronti dell’Azienda Sanitaria ragusana, dimostrata con atti concreti e commisurati alle esigenze del territorio.

Ultimi Articoli