L’ASP di Ragusa coinvolta in una comunicazione che desta molte perplessità

Come di consueto, un giornale online della provincia, uso ad anticipare di qualche ora, notizie ancora prive dell’ufficialità, riguardanti l’Azienda sanitaria Provinciale, ha pubblicato la notizia delle nomine dei Direttori Sanitario e Amministrativo dell’Ente, specificando due nomi, il dott. Elia come Direttore Sanitario e il dott. Di Bella come Direttore Amministrativo.
Giunge subito la smentita della Direzione Generale dell’ASP che, in una nota, specifica come la notizia non è affatto vera.
Le nomine sono, comunque, imminenti, anche per il termine imposto dalla Regione, e potrebbero arrivare nella giornata di domani, giovedì 13 giugno. Auspicabile, dopo la netta smentita, che non vengano riproposti i nomi trapelati, altrimenti abbiamo perso solo tempo, fra comunicati e smentite.

Altra smentita, questa volta non ufficiale ma assicurata verbalmente dall’ufficio Stampa dell’Azienda Sanitaria, è quella relativa ai comunicati della Confederazione Unitaria di Base che in un primo comunicato segnalava l’assurda situazione venutasi a creare presso l’ASP di Ragusa dove da gennaio, sarebbe impossibile prenotare una colonscopia presso la struttura ospedaliera ragusana: utenti costretti a tornare al CUP due/tre volte al mese, per sentirsi dire che non ci sono spazi per prenotazioni.
Una situazione che sarebbe assurda, per il nuovo ospedale di Ragusa, a pochi mesi dalla sua apertura e per un esame così importante.

In risposta a questo comunicato l’ASP ha provveduto a smentire categoricamente l’impossibilità di prenotare l’esame ed ecco un secondo comunicato del sindacato, i cui dirigenti non accettano di passare per bugiardi.
Nella seconda nota, la Confederazione Unitaria di Base riafferma che l’ASP non direbbe cose vere.
Sarebbe un fatto che, da gennaio alla prima settimana di giugno, NESSUNA colonscopia è stata prenotata agli utenti, né al nuovo ospedale di Ragusa né a quelli di Modica e Vittoria.
Solo il 10 giugno si sarebbe aperto un varco a Vittoria dove si è reso possibile prenotare dal 26 luglio.
Quindi ancora niente all’ospedale di Ragusa.
Come riferisce anche il comunicato del sindacato, per l’ASP “non ci sono mai stati periodi di sospensione del servizio”.
A questo aspettiamo maggiori dettagli che ci sono stati assicurati per domani dall’Ufficio Stampa dell’ASP e precisi chiarimenti sulla questione, perché a questo punto qualcuno afferma il falso e c’è chi non è disponibile a perdere tempo con queste insulse questioni.
L’ASP assicura che il Sindacato afferma il falso, il Sindacato afferma di poter provare che la disfunzione c’è stata. Noi diciamo solo che, dopo i necessari chiarimenti, qualcuno con la comunicazione non deve avere assolutamente più da spartire.

Ultimi Articoli