Mare senza frontiere: primo giorno con poco sole ma tanto entusiasmo

“La sensibilità dimostrata e l’impegno di tutti i partecipanti al progetto, hanno portato a eliminare gli ostacoli che impediscono a persone con handicap di godere della spiaggia e del mare durante il periodo estivo.”

Inizia oggi il progetto “Mare senza frontiere”. Tutto pronto per accogliere questa straordinaria esperienza frutto di collaborazione e sinergia tra Azienda Sanitaria, Comuni, Associazionismo, Lions Club Service Ragusa Host e privati.

Qualche difficoltà iniziale si è registrata, in alcuni lidi, mentre, nella maggior parte degli altri tutto ha funzionato alla perfezione. Chiaramente, siamo all’inizio di un’esperienza nuova che ha bisogno di qualche giorno di rodaggio per entrare perfettamente in sintonia con il progetto.

Mare senza frontiere è stato pensato per permettere alle persone disabili di fare un bagno in mare rimuovendo le barriere architettoniche che spesso impediscono la possibilità di godere di momenti piacevoli nelle spiagge.

La sensibilità dimostrata e l’impegno di tutti i partecipanti al progetto hanno portato a eliminare gli ostacoli che impediscono a persone con handicap di godere della spiaggia e del mare durante il periodo estivo. Infatti, non basta la buona volontà di amici o parenti. Serve una passerella lunga fino al mare, lettighe o sedie a ruote speciali ma anche il sostegno di figure professionali pronte a supportare le persone con disabilità.

Sapere che nelle nostre spiagge non si è esclusi dal grande beneficio, sull’umore e nel corpo, di poter andare al mare d’estate è una conquista che va sostenuta con la fiducia e l’impegno che ci vede pronti a migliorare questo sevizio per il futuro.

Ultimi Articoli