Marines di Sigonella donano una scala al Parco Archeologico di Cava d’Ispica

Un gesto semplice ma altamente significativo è avvenuto questa mattina (28 febbraio) presso il Parco Archeologico di Cava d’Ispica dove un gruppo di Marines del Battaglione Logistico CLB-6 di stanza alla Base Americana di Sigonella, accompagnati dalle guide Salvo Carnazza e Giusi Murabito dell’Ufficio Ricreativo della base (MWR), ha donato una scala di legno, costruita dagli stessi militari a stelle e strisce, che è stata collocata nell’area dell’abitato rupestre, meglio nota come “Il Castello”.
La scala serve a collegare, tramite una botola, scavata nella roccia calcarea, il pian terreno di una casa, probabilmente risalente all’età Bizantina, con il piano superiore. L’idea di realizzare la scala è nata durante una gita turistica che i Marines hanno effettuato circa due settimane fa in quest’area.
Mentre visitavano il sito, hanno notato che la scala di accesso ad uno dei piani della cava era obsoleta e non permetteva una visita sicura ai turisti. Tornando alla base, hanno quindi pensato di costruirne una nuova di zecca e di di donarla al sito.
Il progetto è stato affidato dal Luogotenente dei Marines Benjamin Miller al Caporale Tobiah Howell che l’ha realizzata in sole due ore. La scala, assemblata in loco e consegnata oggi, servirà a rendere sicura la visita del piano superiore che offre ai visitatori una splendida visuale sulla Cava d’Ispica, le cui valenze naturalistiche sono ben note. Nella scala è stata apposta una targa di ringraziamento ai Marines in inglese.

All’evento è intervenuta la dott.ssa Carmela Bonanno, Dirigente Responsabile del Polo Regionale di Ragusa per i siti culturali e per i parchi archeologici di Camarina e Cava d’Ispica che ha coordinato l’evento insieme al Responsabile Relazioni Esterne della Base americana di Sigonella dott. Alberto Lunetta.

Hanno collaborato alla realizzazione del progetto Giovanni Carbone, che gestisce il rifugio di Cave d’Ispica di Nanni di Falco e il custode del parco Giorgio Limone.

“Ho apprezzato il gesto di grande sensibilità nei confronti del patrimonio archeologico siciliano da parte questo generoso team di Marines che ha inoltre mostrato grande abilità tecnica nel costruirla e installarla in breve tempo”, ha dichiarato la dott.ssa Bonanno che ha dato il benvenuto ai Marines e ha donato loro un volumetto sulla Sicilia archeologica.

L’evento di oggi si inquadra nell’ambito delle azioni di “buon vicinato” volontariato civico, ambientale e linguistico culturale, denominato “Community Relations” che i Marines di Sigonella svolgono regolarmente presso scuole, parrocchie, comuni e siti archeologici dell’isola.

Per quanto riguarda i progetti svolti presso i beni culturali, i Marines di stanza in Sicilia, sono infatti gli unici al mondo ad effettuare azioni di volontariato nei siti storici, una variante del classico progetto di riqualificazione ambientale che i volontari americani effettuano di solito presso spiagge, strade, parchi o piazze presso le comunità che li ospitano in tutto il mondo. Questo denota una sensibilità culturale che i militari americani hanno nei confronti della regione che li ospita sin dal 1959.

“Quello di oggi è stato un grande gesto di generosità, amicizia e rispetto per la storia e la cultura siciliana. I Marines del Battaglione CLB-6 partiranno tra meno di due settimane. Nel corso del loro semestre di servizio in Sicilia, hanno svolto diversi progetti di volontariato nelle scuole e nelle parrocchie dell’isola. Ad agosto dell’anno scorso, avevano iniziato la loro attività di buon vicinato proprio in un altro sito archeologico, il Castello Eurialo di Siracusa e oggi l’hanno conclusa in bellezza in un altro meraviglioso sito della nostra bella Sicilia” , ha spiegato il dott. Lunetta che coordina i progetti di volontariato dei militari USA di Sigonella.

Nel corso degli anni, i Marines hanno svolto , insieme a volontari siciliani, numerosi progetti di questo tipo nei seguenti siti: Villa del Tellaro di Noto, Castello Eurialo, Arsenale Greco e Tempio di Zeus di Siracusa, Anfiteatro Romano di Catania, Sito storico della “Cunziria” di Vizzini, Chiesa di San Niccolò l’Arena e Cattedrale di Catania, Terme Romane di Piazza Dante a Catania, Museo di Aidone e Morgantina (Enna), Ipogeo di Calaforno (Ragusa), Necropoli di San Martino a Ferla (Siracusa) , Sito Archeologico di Castel di Iudica e Tempio di Himera (Termini Imerese)

Ultimi Articoli