Mario Chiavola segnala le perduranti criticità del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Ragusa

Non accennano a diminuire le criticità al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Ragusa: la nuova e qualificata struttura attira utenti da una vasta zona del territorio, i disagi sono conclamati e addebitabili alle politiche sanitarie che non prevendono adeguati livelli di personale, con i vertici della Sanità regionale più impegnati a far quadrare i bilanci che a fornire servizi efficienti per i cittadini.
Non aiuta il livello dei vertici nazionali della sanità, da sempre inefficienti e affidati, ora, ai 5 Stelle che si trastullano a cambiare i colori del triage con i numeri.
Del resto, a Ragusa, siamo gente particolare, ieri, a Catania, i contestatori hanno accolto il Ministro dell’interno con una selva di improperi e di insulti, quando viene qualche governante, da noi a Ragusa, le contestazioni e le criticità vengono messe da parte, non si sollevano critiche e non si chiede conto delle cose che mancano, solo sorrisi, strette di mano e fotografie.
Nessuno, a Ragusa, pensa di scendere in piazza per la Ragusa-Catania, per l’autostrada, per i PTE, per i pronto soccorso, per i reparti che mancano o vanno in periferia per i capricci di qualche primario, per le discariche e per la questione dei rifiuti: da noi solo tavoli di confronto, di concertazione, di sinergia.
E i consiglieri di opposizione, che dovrebbero rivestire il ruolo di contestatori che trascinano la base degli elettori, preferiscono fare salotto e comunicati stampa.

E’ il caso del consigliere Mario Chiavola, del Partito Democratico che prende atto del fatto che la conferenza dei sindaci ha confermato le criticità segnalate dalla gente sul pronto soccorso del maggiore ospedale della provincia, il più ricercato per le riconosciute professionalità che inevitabilmente lo fanno preferire ad altre strutture.
Nel segnalare queste criticità del pronto soccorso del Giovanni Paolo II, il consigliere auspica che i vertici dell’Azienda Sanitaria trovino la quadra, anche politica ?, per riportare alla normalità la struttura.

Stranamente, però, citando la conferenza dei Sindaci, il consigliere Chiavola non riferisce i contenuti dell’intervento del Sindaco di Giarratana, che è anche segretario della Federazione Provinciale del PD, che avrà, di certo, calcato la mano sulle problematiche irrisolte della sanità locale.

Ultimi Articoli