Mentre continua la nenia dei soliti noti con interventi sulla Ragusa – Catania, i 5 Stelle comunicano il cronoprogramma

Nel corso del tavolo tecnico sulla Ragusa – Catania, quelli che c’erano, forse per l’emozione di trovarsi al cospetto di un viceministro, hanno perso la parola.
Subito subito dopo l’assessore regionale e i sindaci del Territorio, ad eccezione del padrone di casa, Cassì, hanno fatto a gara per accaparrarsi i microfoni e dire la loro, improntata alla sfiducia e alla rilevata mancanza di certezze.
Condividiamo l’atteggiamento e la sfiducia perché Cancelleri non solo non ha portato novità ma anche candidamente ammesso che si devono trovare oltre 500 milioni e, nelle more della caccia al tesoro, li vuole prestati dalla Regione che, a sua volta, chiede delle garanzie sulla restituzione, garanzie più volte chieste, attraverso la stampa, ma per le quali Cancelleri è rimasto in assoluto silenzio.
Per il resto dichiarazioni in passerella da parte di chi non si vuole rassegnare a d uscire di scena, dopo anni di inutili proclami per la Ragusa – Catania

Proprio nel giorno della massima esposizione mediatica per la Ragusa – Catania, nel quale con una intempestiva strategia sono messi insieme assessori, sindacati e comitati delle associazioni con ampio spazio dedicato alla questione, arriva il comunicato dell’on.le Stefania Campo per comunicare il cronoprogramma della Ragusa – Catania.

Questo il testo della nota:

INFRASTRUTTURE: STABILITO CRONOPROGRAMMA PER RAGUSA-CATANIA

Va avanti spedito l’iter che dovrà portare alla realizzazione della Ragusa-Catania.
Lo comunica la deputata regionale del M5s Stefania Campo.
E’ infatti stato stabilito il cronoprogramma per approvare il progetto definitivo e indicare il soggetto attuatore.
Lo hanno comunicato il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Sen. Mario Turco e il ViceMinistro alle infrastrutture e trasporti Giancarlo Cancelleri.
È quanto deciso ieri presso il Dipartimento per la programmazione economica (Dipe), durante il tavolo convocato dal Sottosegretario Turco, al quale hanno partecipato il Viceministro Cancelleri e gli uffici del Ministero dell’Economia e delle finanze, del Ministero dei beni culturali e del turismo, del Ministero dell`Ambiente, del Ministero delle infrastrutture e trasporti e la Regione Siciliana.

“Entro il 9 dicembre – continua il Sottosegretario Turco – si dovrà acquisire il parere sul progetto, sulla validità delle autorizzazioni amministrative e sul fabbisogno finanziario necessario alla realizzazione dell’opera.
La data prevista di approvazione del cambio di soggetto attuatore e dell’intera opera è fissata per il CIPE del 19 dicembre”.

Soddisfazione espressa anche da Cancelleri: “Grande interesse da parte di tutte le istituzioni coinvolte per la realizzazione della Ragusa-Catania. Uno dei territori più a sud del nostro paese, che attende quest’infrastruttura da decenni, finalmente ha di fronte la collaborazione di istituzioni e politica che, tutti dalla stessa parte, lavorano per l`unico obbiettivo fondamentale: avviare i lavori e dare al territorio un`infrastruttura moderna nel più breve tempo possibile”.

“Adesso – conclude Stefania Campo – attendiamo il 10 dicembre il preCipe e il 19 il Cipe”.

Sembrano decise le parole dei 5 Stelle, non trapela nulla sul prestito della Regione, su eventuali garanzie, non ci sarebbe nulla di variato rispetto a quanto comunicato da Cancelleri dopo la riunione di Ragusa, né ci sono particolari dell’inserimento dell’opera nello ‘Sblocca cantieri’
Saggia la chiusura di Stefania Campo che invita ad attendere il 10 dicembre, per il preCIPE e il 19 dicembre per il CIPE.
Anche se abbiamo aspettato tante volte queste riunioni, vale la pena di crederci, se qualcosa non va per il verso giusto, dovranno stare molto attenti, perché qualcuno ha parlato di proteste…come sempre.

Ultimi Articoli