Nello Musumeci ha tagliato il nastro del ‘Giovanni Paolo II’

Sotto gli occhi visibilmente emozionati del Commissario dell’Azienda Sanitaria di Ragusa, Lucio Ficarra, il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, affiancato dall’avv. Razza, Assessore Regionale alla Sanità, ha inaugurato il nuovo ospedale di Ragusa, il ‘Giovanni Paolo II’.
Una grande partecipazione per l’evento atteso da anni, dopo la prima pietra posta dall’allora Ministro della Sanità, Storace, nel 2005, che concretizzo il lavoro iniziato, anni prima, dal sen. Gianni Battaglia, oggi presente alla cerimonia.
Presenti le massime autorità, S.E. il Vescovo, mons. Cuttitta, S.E. il Prefetto, Filippina Cocuzza, il Sindaco della Città, Peppe Cassì, i parlamentari regionali Campo, Assenza e Ragusa, i vertici delle Forze Armate, e una nutrita rappresentanza dei primi cittadini della provincia, fra i quali i sindaci di Acate, Ispica, Modica, Santa Croce e Scicli.
Naturale la presenza massiccia di tantissimi operatori della sanità ragusana e della provincia, dai Direttori di diverse Unità Operative ai Dirigenti medici e al personale infermieristico, oltre al personale degli uffici, che non hanno voluto mancare all’importante momento del quale, in ogni caso, sono protagonisti ai vari livelli.
L’apertura ufficiale del nuovo stabilimento, che prelude al definitivo trasferimento dei reparti dal Civile di Ragusa, chiude un interminabile periodo di attesa, costellato da polemiche dopo il tentativo, andato a vuoto, di un primo trasferimento, nel giugno del 2017.
Il Presidente della Regione, Musumeci, nel corso del suo intervento, successivo alla Benedizione impartita dal Vescovo, si è detto vergognato per quanto hanno dovuto subire i ragusani, per la lunghissima attesa, ma fiducioso che l’azione che viene condotta, in atto, a favore della sanità siciliana, porterà benefici effetti anche sul nostro territorio.
Anche S.E. il Prefetto ha esaltato il lavoro di tutti, condotto in stretta sinergia, per il raggiungimento di questo obiettivo che conferisce al capoluogo adeguata struttura per una sanità di alto livello che non potrà che godere positivamente di un luogo di lavoro e di attrezzature d’avanguardia.
Il dr. Ficarra, con legittima soddisfazione, ha reiterato i ringraziamenti già espressi, il giorno prima, in conferenza stampa, rivolgendosi, primariamente, all’assessore Razza che, a questo punto, nonostante i lunghi silenzi sulla vicenda e la grande riservatezza, ha mostrato di essere attento a tutte le esigenze provenienti dall’Azienda Sanitaria di Ragusa, portando all’obiettivo atteso da tutti e mettendo da parte, con il dr. Ficarra, ogni possibile polemica e ogni questione attinente alle passate gestioni.
Dopo le interviste di rito, un giro per la struttura, quindi i due esponenti di governo hanno lasciato il ‘Giovanni Paolo II’ che da oggi, è veramente il nuovo ospedale di Ragusa.
Non resta che attendere i nuovi vertici della sanità provinciale, che possano far emergere le grandi potenzialità della struttura e difendere la posizione di Ragusa, nel contesto della rete ospedaliera regionale, lavorando perché siano rispettati, per il nuovo ospedale, i livelli richiesti dalle normative nazionali per le strutture di I livello.

Ultimi Articoli