On. Nino Minardo: Istituire le zone franche nei comuni della provincia di Ragusa

Creare alcune zone a franchigia doganale per gli operatori economici nazionali ed esteri che hanno interessi orientati nel bacino del Mediterraneo, in particolare nella provincia di Ragusa che ha una posizione marginale rispetto all’Italia e di assoluta centralità rispetto al complesso degli Stati del Nord-Africa e dell’Europa meridionale.
È il contenuto del progetto di legge presentato dall’on. Nino Minardo, che comprende norme per il riconoscimento dei comuni iblei come «zone franche».
Un’iniziativa che, da una parte, appare come un atto dovuto dello Stato e, dall’altra, vuole ridurre il gap che separa il meridione dalle regioni più sviluppate del Nord.
L’adozione di tale misura, sottolinea Minardo, costituirebbe un elemento decisivo per l’attuale situazione locale, con prospettive future di attrazione di risorse produttive e di rilancio del commercio attraverso attività estese nei settori di trasformazione, produzione, manipolazione e assemblaggio, il che si concretizza e si ripercuote in un vantaggio anche per i territori adiacenti e complementari, per forniture di beni e servizi, direttamente o indirettamente interessati.
L’istituzione delle zone franche, conclude Minardo, non è la soluzione di qualsiasi problema però è, senz’altro, un utile incentivo per il recupero delle potenzialità latenti nell’area iblea con positive conseguenze anche di tipo occupazionale.

Ultimi Articoli