Non si placano le polemiche fra i 5 Stelle a Modica, e i vertici del Movimento non fanno chiarezza

Non ci sarebbe molto da chiarire, i meetup sono formati da gruppi di attivisti e simpatizzanti che si incontrano e supportano il movimento 5 stelle, quei meetup che hanno al loro interno dei portavoce vengono automaticamente legittimati dal portavoce all’utilizzo del logo e a organizzare eventi per nome e per conto del movimento.
Ogni altra operazione (votazione e scelta candidati spetta a Rousseau). Tutti quei meetup che non supportano i portavoce non supportare il movimento quindi non sono riconosciuti.
Questo è il parere di un autorevole componente del Movimento 5 Stelle che aggiunge: “Questo laboratorio di Modica non è meetup, ha pure iniziato a fare opposizione interna e a non riconoscere il portavoce e si arroga il diritto di sfiduciare un portavoce pur non avendo nessun ruolo per farlo”
Un parere autorevole, ma non è la voce ufficiale del Movimento che dovrebbe mettere a tacere ogni ulteriore polemica.

Il Laboratorio di Modica, non riconosciuto dal Movimento, continua ad attaccare il consigliere comunale di Modica, Marcello Medica, chiedendone le dimissioni, il Meetup del Movimento lo difende e non riconosce il Laboratorio.
Secondi il Laboratorio non esiste nessun Meetup di Modica, in quanto il gruppo precedente è stato cancellato anche dalla piattaforma del MoVimento e dalla piattaforma ufficiale.
In u a nota il Laboratorio precisa:
“Non c’è perché quella esperienza si è conclusa dando vita al Laboratorio 5 stelle di Modica.
Rimane agli atti che il gruppo con cui Marcello Medica è stato eletto, lo stesso gruppo che ha raccolto più di 2000 voti a sostegno della proposta politica presentata ai cittadini, prende le distanze dal consigliere che ha fatto eleggere e ne chiede le dimissioni, per permettere l’elezione della seconda più votata, che purtroppo ha raccolto circa 20 voti in meno, ma che siamo certi saprebbe farsi valere più di Medica. I cittadini oggi sanno che a Modica c’è una alternativa a 5 stelle ai danni, alle brutte figure e alle omissioni, frutto anche di impreparazione personale, ma non solo, che il consigliere Medica sta facendo a nome del M5S”.
Poi la nota si perde in sterili e banali contrapposizioni personali, tipiche dei perdenti. Se ci fosse un minimo di sostanza nelle tante eccezioni e nei tanti rilievi, basterebbe rivolgersi ai vertici del partito per vedere accolte le proprie istanze, se legittime.

Il consigliere Medica non si scompone più di tanto e ritiene frutto di invidie personali la strategia di infangare il Movimento e il suo rappresentante legittimo in Consiglio, insinuando dubbi sulla chiara e seria attività consiliare, sempre dalla parte dei cittadini, e, addirittura, mettendo in dubbio l’esistenza del gruppo originario del M5S Modica, fondato nel 2012, il cosiddetto Meetup che oggi non ha più come riferimento la piattaforma meetup ma il gruppo Facebook “Movimento 5 Stelle Modica (gruppo ufficiale)” per attivisti e simpatizzanti e il gruppo Facebook solo per gli attivisti “MEETUP M5S MODICA (Attivisti)”.

Per correttezza e completezza d’informazione, aggiunge Medica, alla fine del 2017 è nato, scindendosi da quello originario, il gruppo “Laboratorio 5 Stelle Modica” che ha cominciato a spadroneggiare, commettendo ogni sorta di scorrettezza sino ad oggi, prendendo le distanze dal proprio portavoce e negando persino l’esistenza del gruppo originario.

Ultimi Articoli