Ognuno si incatena per casa sua

Libero da impegni istituzionali, l’ex deputato regionale Digiacomo, ancora formalmente Presidente della Commissione Sanità dell’Assemblea Regionale Siciliana, come tiene a precisare, torna alla ribalta delle cronache, incatenandosi all’ingresso dell’Ospedale di Comiso.
Torna alla carica per tutte le problematiche irrisolte per le quali non è riuscito a concorrere per la risoluzione, in qualità di Presidente della Commissione e come componente del Partito Democratico, al governo dell’isola e partito dell’assessore regionale alla Sanità.
Apprezzabile il suo sforzo per il piccolo ospedale casmeneo, per il quale sono giunti, comunque, assicurazioni da parte del Commissario dell’ASP Ficarra.
Sforzo che l’on.le Digiacomo, sempre in qualità di Presidente in carica della Commissione Sanità dovrebbe rivolgere alla nota diffusa dalla Fisascat Cisl Ragusa-Siracusa, sulle abnormi condizioni igienico sanitarie delle aree esterne del Maria Paternò Arezzo di Ragusa.
Fa sorridere che debba essere un sindacato a segnalare una tale emergenza, ci chiediamo come mai una Direzione Sanitaria che si rispetti non eserciti i dovuti controlli, anche nelle aree di pertinenza del nosocomio.
La segreteria territoriale iblea della Fisascat Cisl Ragusa-Siracusa ha inviato una nota alla direzione generale dell’Asp 7 per segnalare la presenza di una colona felina presso l’ospedale Maria Paternò Arezzo.
“Fermo restando il fatto – sottolinea il segretario territoriale Salvatore Scannavino – che occorre intervenire nella maniera migliore per tutelare gli animali presenti, non possiamo fare a meno di evidenziare, su segnalazione dei lavoratori nostri assistiti, che svolgono servizi di pulizia nell’ospedale in questione, che la presenza del gruppo di gatti in questione risulta essere in costante aumento.
Si tratta di felini che vivono nelle aree di pertinenza del nosocomio. È una presenza, per quello che ci è stato riferito e per come abbiamo avuto modo di documentare con alcuni scatti fotografici, che rende poco sicure le condizioni igienico sanitarie degli utenti e, soprattutto, degli stessi lavoratori.
Questi ultimi, ogni mattina, devono necessariamente ripulire le zone di pertinenza dagli escrementi degli stessi animali.
È indispensabile, dunque, intervenire nella maniera più opportuna”.
Stessa segnalazione la Fisascat Cisl Ragusa Siracusa ha inviato, per conoscenza, anche al sindaco Federico Piccitto nella qualità di massima autorità sanitaria cittadina.

Occorrerebbero dei controlli mirati, anche perché, dalle foto, i rileva che irresponsabili, invece di cercare di allontanare gli animali addirittura portano cibo per gli animali, con relativi contenitori, ci manca solo che procurino le lettiere e quant’altro per una migliore permanenza dei gatti.

Ultimi Articoli