Ordinanza sindacale per la prevenzione e il contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione

E’ stata pubblicata oggi sull’ albo pretorio online del sito istituzionale dell’ente l’ordinanza n. 760 riguardante misure di prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e contraffazione per la stagione estiva in corso.
L’ordinanza all’art. 1 vieta a chiunque la contrattazione e l’acquisto di merce su tutto il territorio comunale, compreso il litorale, al di fuori dei luoghi destinati alla vendita in forma itinerante.
E’ anche vietato sottoporsi a massaggi o acquistare altri servizi sull’arenile demaniale.
Tra le misure di prevenzione contro l’abusivismo commerciale, è fatto obbligo ai concessionari degli stabilimenti di presidiare e monitorare le aree in concessione, compresa ogni tipo di struttura coperta, per evitare che siano utilizzate a deposito o vendita di merce, anche non contraffatta, da parte di soggetti non autorizzati.
Se fosse accertata compiacenza o disponibilità anche indiretta o per conto terzi, oltre ad incorrere in sanzioni pecuniarie, i gestori di stabilimenti rischiano la chiusura dell’attività per due giorni.
Altra azione di prevenzione riguarda il divieto per soggetti non autorizzati a trasportare negli spazi ed aree pubbliche dell’arenile mercanzia destinata alla vendita, anche di modico valore come rose, bigiotteria, cappelli, monili, giocattoli etc.
Sono vietate le attività di deposito, carico e scarico con furgoni o altri veicoli privati, il trasporto su mezzi pubblici o a piedi mediante sacchi o contenitori di grandi dimensioni o esponendo la merce sulla propria persona. Per contrastare attività economiche che fungono da depositi merce per la vendita abusiva potrà essere disposta dal sindaco, quale autorità locale di Pubblica Sicurezza, la sospensione dell’autorizzazione dell’esercizio per un massimo di 20 giorni consecutivi.
Misure sanzionatorie sono previste anche per la vendita non autorizzata nelle stazioni e presso il porto turistico.

Puntuale, intanto, l’attività di controllo della Polizia locale in materia di abusivismo commerciale.
Sabato scorso a Marina di Ragusa, la Polizia locale nel corso delle programmate operazioni di controllo del territorio volte alla prevenzione e repressione dell’abusivismo commerciale, ha sequestrato, nei pressi del Lungomare Mediterraneo, 90 giocattoli di vario genere.
Il proprietario della merce, originario del Bangladesh, è stato sanzionato a norma degli artt. 2 e 20 c. 1 L.R. 18/95 in quanto esercitava il commercio su area pubblica senza essere in possesso della prescritta autorizzazione. Tale violazione ha comportato l’applicazione della sanzione pecuniaria di € 308 ed il sequestro della merce.
Il Comando della Polizia locale non presentando detta merce le caratteristiche indicate dalla normativa CEE in materia, ha disposto la distruzione della stessa.

In materia di viabilità vige il divieto di campeggio, bivacco e accampamento su tutte le strade di Marina di Ragusa comprese nel perimetro tra via Portovenere, lungomare Andrea Doria, lungomare Mediterraneo, via Livorno, Largo Scalo Trapanese, via Cav. Bisani, via Ricci, via Cervia, via Ammiraglio Rizzo, via Caboto, nonché su tutte le strade limitrofe ed intersecanti il lungomare Andrea Doria.
I camperisti potranno sostare presso l’area attrezzata ubicata in via Falconara, a Marina di Ragusa.
A garantire una intensa e continua azione di contrasto al commercio abusivo saranno la Polizia Municipale e le forze dell’ordine coordinate dalla Prefettura.

Ultimi Articoli