“Palchi DiVersi Estate al Castello”, un altro successo dell’Estate Iblea

Uno straripante successo per la stagione estiva della G.o.D.o.T. di Ragusa che ha collezionato una serie di ‘tutto esaurito’ segno distintivo del livello della compagnia di Federica Bisegna e Vittorio Bonaccorso.
Anche per il Castello di Donnafugata, scelte di eccellenza dell’assessore Barone che ha voluto un cartellone di grandi eventi a costi, complessivamente, assai contenuti per i riscontri avuti.
Dopo Edipo Re di Sofocle e Medea di Euripide, in quattro serate, 7 e 8, 9 e 11 agosto, ancora una estate intensa per la compagnia G.o.D.o.T. che ha voluto gratificare l’appassionato e fedele pubblico estivo con tre opere di grande valenza, due tragedie greche e la commedia Pluto di Aristofane, che è stata programmata dal 21 al 25 agosto.
Il grande teatro, ma soprattutto le rappresentazioni classiche sono state le assolute protagoniste dell’estate iblea nell’affascinante parco del maniero di Donnafugata che incanta chiunque lo visiti e che in queste settimane ha accolto i giovani attori impegnati in lunghe prove per garantire spettacoli unici e perfetti, grazie alla regia di Vittorio Bonaccorso, che ha curato anche le scelte musicali. Federica Bisegna si è occupata invece dei costumi di tutt’e tre gli spettacoli e dell’adattamento dei testi per Pluto.
Sponsor della rassegna, che ha goduto del patrocinio gratuito del Comune, è stata Banca Mediolanum, ufficio consulenza finanziaria di Ragusa.

Un immenso successo per la Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa, lunghissimi applausi, ovazioni, messaggi da ogni dove di complimenti e approvazioni, richieste continue di nuove repliche e posti a sedere per gli spettacoli in programma: sono questi gli straordinari riscontri che la compagnia ragusana ha ricevuto in queste settimane.
Molto stimata la regia degli spettacoli, curata da Bonaccorso, e il livello interpretativo raggiunto dai giovani talenti iblei, impegnati come mai prima d’ora in uno sforzo teatrale immenso, andando in scena contemporaneamente con due opere classiche, e per questo molto apprezzati da un pubblico più che entusiasta.
Il cast, guidato da Vittorio Bonaccorso e da Federica Bisegna, era composto da Giuseppe Arezzi, Giuseppe Arrabito, Giancarlo Iacono, Luca Lo Destro, Monica Firullo, Giulia Guastella, Francesco Piccitto, Lorenzo Pluchino, Rita Scrofani, Alessio Barone, Beatrice Bracchitta, Claudia Campo, Monica Chessari, Martina Di Maria, Sofia La Rosa, Andrea Lauretta, Gabriel Napoli, Anna Pacini, Mario Predoana, Maria Grazia Tavano, Marisol Tirri, Arianna Vitale, Mattia Zecchin.

Si può ben dire che il grande teatro ha trovato degna dimora al Castello di Donnafugata, scegliendo come intrepreti d’eccellenza i talenti straordinari della Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa.
Davvero eccezionale il riscontro che Vittorio Bonaccorso e Federica Bisegna hanno ricevuto in queste settimane, eccezionale ma assolutamente meritato, frutto di un lunghissimo e preciso lavoro preparatorio che ha impegnato tutti gli attori della compagnia.

Il terzo e ultimo ciclo di spettacoli ha riguardato la commedia Pluto con un bravissimo Vittorio Bonaccorso che è stato anche apprezzatissimo regista e curatore delle scelte musicali di tutte le rappresentazioni.
Insieme a lui la grandissima Federica Bisegna che si è occupata dei costumi di tutti gli spettacoli e per Pluto anche dell’adattamento del testo e poi in scena tutti i giovani attori applauditissimi ogni sera dal pubblico in visibilio, alla presenza anche delle autorità.
Istrionici, i talenti iblei sono passati dalle tragedie greche alla commedia classica con una capacità interpretativa e una professionalità che spesso solo i grandi attori dalla lunga gavetta riescono a mostrare, segno del lungo lavoro che la Compagnia G.o.D.o.T. fa durante l’anno nel corso dei laboratori teatrali.
Una soddisfazione unica, per loro e per i loro insegnanti, resa ancora più speciale dalle continue dimostrazioni di affetto e di sostegno che il pubblico non solo locale, ma anche composto da numerosi turisti, ha mostrato in queste settimane.
Un’iniziativa dunque che si è rivelata di grande attrattiva culturale e turistica e quindi volano per il territorio ibleo, con l’augurio che possa ripotersi l’anno prossimo.
Insomma, la giusta energia per iniziare a breve con una nuova stagione teatrale.

Ultimi Articoli