Passalacqua – Virtus Bologna: netto il divario, Ragusa vince ma soffre nelle prime due frazioni

Un esordio delle biancoverdi di Recupido non all’altezza delle aspettative, una partita non bella, opposte ad una squadra inferiore dal punto di vista tecnico e fisico che però ha tenuto per metà dell’incontro e si è impegnata allo spasimo contro le avversarie più titolate.
Hamby è rimasta a bordo campo, forse per problemi di tesseramento, ha calcato il parquet solo nell’intervallo, per ricevere un premio dalla Società per le sue performances americane.
La partita si è trascinata stancamente, Consolini e compagne non hanno mai mostrato segni di debolezza nel mantenere il pallino dell’incontro, ma anche dopo l’accelerazione che ha stabilito la distanza di sicurezza con Bologna non si è goduto di uno spettacolo accettabile.
Recupido è stato giudicato il miglior allenatore della passata stagione, è quindi difficile disquisire sulle sue scelte, l’assenza di Hamby può aver complicato le cose ma constatare che con Consolini in campo l’azione è più spigliata, più veloce, più coinvolgente, mentre non si ha la stessa sensazione con Soli o con la coppia Soli-Romeo a dirigere le danze, ci deve essere consentito.
Acclarato il peso di Chiara Consolini, ottima la prestazione della Nicolodi, 14 punti, conferma di Romeo con i suoi 19 punti e qualche errore al tiro di troppo, buona prestazione della Kacerik, lavoro di routine per Walker Ibekwe, senza lampi
Recupido mette in campo Soli, Nicolodi, Romeo, Walker e Ibekwe, Giroldi sceglie D’Alie, Begic, Tassinari, Salvadorese e Williams.
Apre Romeo con una tripla ma Bologna avverte che venderà cara la pelle e piazza un parziale di 8 a 0, si arriva anche sul -7, 5-12, deve entrare Consolini per ridare vivacità e lucidità al gioco delle iblee, riportarsi sul 14 pari e assistere al contropiede del duo Consolini-Romeo per vedere Ragusa avanti, sia pure di 2 punti subito rintuzzati da una squadra bolognese che dà l’anima in campo, consapevole del divario fisico e tecnico.
Chiara Consolini in grande spolvero, la frazione si chiude sul + 5, 22 – 17, grazie ad una tripla di Martina Kacerik al suono della sirena.
La seconda frazione è un’agonia, si va avanti punto a punto, non esiste bel gioco, Consolini e Nicolodi ci mettono una pezza, la frazione si chiude sul 41-39, con un parziale di 19-22 per Bologna.

Dopo il riposo lungo, la situazione non sembra cambiare, fino a metà tempo, dal 41-41 si passa al 43-43, 45-45, fino al 50 pari, Bologna ha l’ultimo sprazzo di lucidità, va sul 50-51, poi Ragusa ha la meglio sulla stanchezza delle ospiti che hanno dato ormai tutto.
Senza eccessi, le padrone di casa chiudono la terza frazione su 64-57.
L’ultimo quarto vede Nicolodi e Consolini spadroneggiare, infilano un parziale di 6-0, poi Kacerik segna il massimo vantaggio di 14 punti, sul 72-58, confermato più tardi da una magia di Nicole Romeo sul 74-60, a metà tempo.
La partita non ha più storia, si chiude sul 76-68, con le bolognesi che onorano il gioco con impegno fino alla sirena.

Passalacqua Ragusa – Virtus Segafredo Bologna 76 – 68 (22-17, 41-39, 64-57, 76-68)

PASSALACQUA RAGUSA: Romeo 19 (3/5, 3/6), Consolini 12 (4/7, 0/3), Kacerik 7 (1/1, 1/3), Gatti NE, Stroscio NE, Soli, Nicolodi 14 (5/7, 0/1), Walker 14 (6/8, 0/3), Gatti*, Ibekwe 10 (1/7, 1/2)
Allenatore: Recupido
Tiri da 2: 20/41 – Tiri da 3: 5/18 – Tiri Liberi: 21/27 – Rimbalzi: 35 11+24 (Nicolodi 11) – Assist: 13 (Nicolodi 4) – Palle Recuperate: 6 (Romeo 2) – Palle Perse: 19 (Walker 6)

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: D’Alie 9 (3/6, 1/4), Begi* 11 (4/10, 0/1), Tassinari 8 (3/8 da 2), Salvadores 23 (6/11, 0/2), Tava 2 (1/2, 0/1), Cabrini, Martines NE, Rosier, Williams 15 (7/8 da 2), Cordisco
Allenatore: Giroldi
Tiri da 2: 24/45 – Tiri da 3: 1/8 – Tiri Liberi: 17/19 – Rimbalzi: 25 3+22 (Begic 9) – Assist: 14 (D’Alie 5) – Palle Recuperate: 10 (Salvadores 3) – Palle Perse: 15 (Begic 4)

Arbitri: Capurro M., Tarascio S., Castiglione A.

Ultimi Articoli